Patate di nonna Amelia

Oggi vi propongo una ricetta della mia infanzia, anzi forse dell’infanzia della mia mamma. La ricetta è della mia bisnonna, di cui mamma porta il nome, nonna Amelia. Una ricetta semplice, povera, ma vi assicuro ricca di gusto. Ottima come contorno o come antipasto. Vogliamo realizzarla insieme? Non ve ne pentirete.

image

Ingredienti:

  • patate
  • uova
  • farina
  • formaggio grattugiato
  • sale e pepe
  • prezzemolo fresco
  • olio di oliva o di semi

imageProcedura:

Lavare le patate e lessarle in acqua salata. Cuocerle per i ¾ del loro tempo di cottura, le patate devono restare un po’ più sode e non devono sfaldarsi. In alternativa, potete bucare le patate con una forchetta, avvolgerle nella pellicola e cuocerle in microonde per 10-15min. In entrambi i casi, attendere che le patate siano fredde prima di spellarle. Nell’attesa, rompere le uova, aggiungere un paio di cucchiai di formaggio grattugiato, un pizzico di sale e pepe e sminuzzare il prezzemolo. Una volta pelate, tagliare le patate a rondelle dello spessore di 1cm. Infarinare le patate, passarle nell’uovo e friggerle in abbondante olio. Girare le patate dopo un paio di minuti. Adagiarle su un piatto con del panno assorbente per eliminare l’accesso di olio. Servire le patate calde. Buon appetito.

image

Pandoro

Oggi vi propongo una sfida, almeno per me lo è stata. Non mi reputo un pasticcere, ne uno chef, sono solo pervaso dalla passione per la cucina. Siamo a Natale e un cosa c’è di meglio se non provare a fare un pandoro a casa? L’impresa è impegnativa, 10-11h di lavoro, ma vi assicuro che il risultato può ricompensarvi della fatica spesa. Allora? Che ne dite, ci proviamo insieme? La ricetta mi è stata data dalla mia amica e collega Maria Laura, brava sul lavoro come in cucina, prevede vari step di lievitazione, iniziamo.

image

Ingredienti:

  • 400gr di farina manitoba (farina di grano tenero 0)
  • 120gr di zucchero
  • 5 tuorli
  • 1 uovo intero
  • 200gr di burro
  • 25gr di lievito di birra
  • 1 bustina di vanillina
  • 100mL di panna fresca
  • 1 scorza grattugiata di un limone
  • 1 pizzico sale
  • zucchero a velo

Procedimento:

In una coppa, sciogliere il lievito di birra in poca acqua tiepida, aggiungere un tuorlo d’uovo, 30gr di farina e un cucchiaio di zucchero. Mescolate gli ingredienti con un frustino a mano e lasciare lievitare per 2h coperto da un canovaccio. Pesare metà della restante farina e dello zucchero, porli in un’impastatrice (bimby, planetaria), aggiungere 3 tuorli d’uovo, 50gr di burro, un pizzico di sale e l’impasto che ha lievitato per 2h. Impastare energicamente fino a ottenere un composto setoso, se risulta troppo appiccicoso, aggiungete un altro po’ di farina. Porre il composto in una coppa, coprire con un canovaccio e lasciar lievitare per 2h. Unire la restante farina e lo zucchero nella impastatrice, insieme al tuorlo rimasto e all’uovo intero. Aggiungere il composto lievitato e impastare energicamente. Aiutarsi con l’aggiunta di altra farina se il composto risultasse troppo appiccicoso. Porre in una coppa e lasciar lievitare per altre 2h. Porre la massa nella impastatrice, unire la scorza grattugiata di un limone, la vanillina, e la panna fresca. Impastare. Siamo pronti per iniziare la sfogliatura della pasta. Prendere un tavoliere o spianatoia, cospargerlo di farina e stendere la pasta fino a ottenere un rettangolo. Disporre sulla pasta il burro residuo a fettine, ripiegare la sfoglia in tre e stendere nuovamente. Ripetere l’operazione altre due volte (stendere, ripiegare in tre). Lasciare riposare la pasta per 45min coperta da un canovaccio. Riprendere la massa, stenderla sul tavoliere, ripiegare in tre. Ripetere l’operazione tre volte e lasciar riposare per 45min. Siamo pronti per riempire lo stampo del nostro pandoro con il composto lavorato. Io ho usato uno stampo da 500gr e 3 stampini piccoli (in alternativa si po’ usare uno stampo grande da 750gr). Imburrare e infarinane gli stampi, disporre il composto, compattarlo bene in modo che non superi metà della capienza dello stampo. Lasciare lievitare per circa 30-60min, o fino a che la massa non abbia raggiunto il bordo dello stampo. Cuocere in forno statico a 180°C per circa 25-30min, per gli stampini piccoli, 45-60min per lo stampo grande. Sfornare, lasciare raffreddare su una gratella.

image

Una volta freddo, cospargere con zucchero a velo. Buon divertimento e Buon Natale. Un paio di consigli, durante tutta la lavorazione vi serviranno più di 400gr di farina, tra aggiunte per rendere l’impasto meno appiccicoso, spianatoia e stampi, ho stimato che ne userete circa 600gr. Durante le fasi di crescita, per evitare sbalzi eccessivi, vista la temperatura esterna, ho lasciato lievitare in forno a circa 28-35°C, e mi sono spinto a 50°C per l’ultima lievitazione in stampo. Buon lavoro.

Mozzarelle quasi in carrozza

Oggi vi preparo una ricettina classica: le mozzarelle in carrozza. Ho deciso però di rendere la ricetta meno convenzionale, non nel gusto ma nell’aspetto. Da qui il nome della ricetta: mozzarelle quasi in carrozza.

image

Ingredienti:

  • 2 mozzarelle (da 100-125gr)
  • 3 uova
  • 6-8 fette di pancarré
  • 2 cucchiai formaggio grattugiato
  • sale q.b.
  • olio di semi di mais

 

Procedura:

Prendere due mozzarelle da 100-125gr, quelle più compatte, e tagliarle in due nel senso della lunghezza. In una terrina, sbattere le uova con un pizzico di sale e un paio di cucchiai di formaggio grattugiato a vostra scelta. In un’altra terrina, sbriciolare con le mani, e in maniera non uniforme, le fette di pancarré. Prendere le mozzarelle, immergerle nelle uova, nel pancarré sbriciolato in modo che il pane aderisca a formare un involucro della mozzarella e poi nuovamente nell’uovo. Friggere in olio di semi di mais, dorando le mozzarelle da entrambi i lati. Servire il piatto caldo.

image

Omelette con funghi e caciocavallo

Oggi vi propongo un secondo semplice e veloce, ottimo per una cena: l’omelette. Per renderla più ricca di gusto ci aggiungiamo funghi trifolati e caciocavallo, che ne dite?

IMG_6402

Ingredienti:

  • 2 uova
  • 2 cucchiai di formaggio grattugiato
  • sale q.b.
  • olio EVO q.b.
  • caciocavallo pugliese
  • funghi champignon
  • prezzemolo q.b.
  • 1 spicchio di aglio

 

Procedimento:

Prendere i funghi (io avevo in casa dei funghi champignon, ma si può usare qualsiasi tipo di funghi), lavarli, privarli del gambo e tagliarli a pezzetti. In una pentola antiaderente, aggiungere un filo di olio e dorare uno spicchio d’aglio privato del cuore. Unire i funghi e cuocere a fuoco medio. Lasciare evaporare l’acqua contenuta nei funghi, regolare con sale e terminare la cottura. Aggiungere prezzemolo tritato di fresco. In una terrina, rompere due uova. Aggiungere formaggio grattugiato e sale. Con una forchetta sbattere il tutto fino a ottenere una crema. Prendere una padella antiaderente, versare un filo d’olio e riscaldare un po’. Versare le uova sbattute e lasciar cuocere a fuoco medio-basso. Quando il primo lato dell’omelette si è cotto, girarla con l’aiuto di due forchette. Lasciar cuocere a fuoco basso e disporre su di un paio di cucchiai di funghi e delle fettine di caciocavallo (in alternativa, potete usare qualsiasi formaggio vi piaccia, asiago, taleggio, emmenthal). Ripiegare su se stessa l’omelette, lasciare che il formaggio si sciolga e servirla ben calda. Buon appetito.

Pancake con sciroppo d’acero

Ingredienti:

  • 200gr di farina
  • 250ml di latte
  • 35gr di zucchero
  • 3 uova
  • ½ bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico sale
  • 3 cucchiai di olio di semi di mais

Procedimento:

Stamattina mia figlia si è svegliata e mi ha detto: “Papà, vorrei tu mi facessi i pancake con lo sciroppo d’acero”. Potevo mai scontentare una bimba di sei anni? Assolutamente no, quindi mi sono dato da fare ed ecco cosa è venuto fuori. In una coppa lavorare i tuorli d’uovo con lo zucchero, la vanillina, il sale fino a ottenere una crema. Montare le chiare delle uova a neve, con l’aiuto di uno sbattitore elettrico o di un robot da cucina. Aggiungere, alla crema di tuorli e zucchero, la farina setacciata e il lievito e mescolare per bene. Porre le chiare d’uovo montate sopra l’impasto e amalgamare il tutto evitando che si smontino (con movimenti decisi dal basso verso l’alto). Aggiungere, poco per volta il latte (a temperatura ambiente) e l’olio e continuare a mescolare delicatamente. Riscaldare una padella antiaderente (quella delle crepes sarebbe ottima per il nostro scopo), imburrarla o oliarla appena, e distribuire un paio di cucchiai d’impasto in modo da formare un disco del diametro di 10-12cm. Cuocere un paio di minuti, quindi girare il pancake e cuocere per altri 2min. Ripetere l’operazione fino alla fine dell’impasto. Servire i pancake caldi con l’aggiunta dello sciroppo d’acero. Buona colazione a tutti.

Pan di spagna

Ingredienti:

  • 250gr di uova fresche (5-6 uova)
  • 175gr di zucchero semolato
  • 150gr di farina
  • 50gr di fecola di patate
  • 1 bacca di vanillina

Procedimento:

Oggi vi propongo una ricetta classica, il pan di spagna, la base classica per tutte le torte farcite di compleanno. Vi svelerò un segreto, il pan di spagna è una delle torte più insidiose e la cui riuscita non è sempre certa, ci vuole arte. Non vi è lievito nella ricetta originale e il segreto sta nelle uova, se le uova vengono montate bene e la farina incorporata piano senza smontare il composto, avrete un pan di spagna alto e soffice. Io non sono un amante del pan di spagna, ma mi sembrava doveroso che i miei lettori avessero una ricetta per questo tipo di torta e che io la sperimentassi prima. Per ricetta dobbiamo ringraziare la mia amica Valentina molto più brava di me con i dolci e anche lei blogger (http://lacuocaimperfetta.blogspot.it/). Prendere una bacca di vaniglia, tagliarla leggermente nel verso della lunghezza e prelevatene i semi. In un pentolino scaldare le uova intere con lo zucchero e i semi di vaniglia fino a raggiungere i 45°/46° (sentire col dito quando è tiepido oppure per i perfezionisti, comprate un termometro e misurate la temperatura precisa). Porre il composto in planetaria e montare fino a ottenere un composto spumoso e chiaro (montare almeno 15min). Aggiungere a mano e almeno in tre riprese le farine setacciate e con una spatola di gomma mescolare con movimento delicato dall’alto verso il basso. Versate immediatamente il composto nello stampo imburrato e infarinato del diametro di circa 24cm e cuocere in forno statico preriscaldato a 180°C per 20-30min. Per sapere se il pan di spagna è cotto bene basta appoggiare la mano aperta sulla superficie facendo un pò di pressione, se resta il segno delle dita ha bisogno di cuocere ancora per 5min. Non aprire mai il forno prima che siano trascorsi almeno 20min dall’inizio della cottura. Una volta sfornato, lasciate raffreddare per 5-10min quindi toglietelo dallo stampo e lasciatelo raffreddare per ancora 10min. A questo punto siete pronti per farcirlo e decorarlo.

Frittata spinaci e ricotta

Ingredienti:

  • 200gr spinaci (freschi o surgelati)
  • 150gr di ricotta vaccina
  • 3-4 uova
  • 4-5 cucchiai di formaggio grattugiato (parmigiano o pecorino romano)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Procedimento:

Pulire, lavare e lessare in abbondante acqua salata gli spinaci freschi (sono sicuramente più saporiti, ma se non avete tempo e andate di corsa, potete usare quelli surgelati). In una padella antiaderente, tipo wok, saltate appena gli spinaci con una noce di burro. In una coppa sbattere le uova con un pizzico di sale, di pepe e del formaggio grattugiato. Aggiungere gli spinaci, la ricotta e amalgamare il tutto. Prendere una teglia da forno, ungerla con un filo di olio extravergine di oliva e versare l’impasto. Cuocere in forno preriscaldato (ventilato 180°C o elettrico 190°C) per circa 20-25min. Potete cuocere la frittata anche sui fornelli della vostra cucina. Quando il fondo si è ben cotto, girare la frittata con l’aiuto di un piatto e portare a termine la cottura.

 

Crepes (la base)

image

Ingredienti per 12-14 crepes:

  • 500gr di latte
  • 200gr di farina
  • 40gr di burro
  • 4 uova intere
  • 1 pizzico di sale

imageProcedimento:

Mettere tutti gli ingredienti in una ciotola o una coppa bella alta e con l’aiuto di un frustino elettrico amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se dovesse risultare troppo denso aggiungere un po’ di latte. Lasciare riposare l’impasto per almeno 30 min. Prendere una padella antiaderente per crepes, con il bordo molto basso, riscaldarla a fuoco vivo e ungerla con un po’ di olio o di burro. Versare un mestolo di composto sulla padella e distribuirlo uniformemente su tutta la superfice. Appena il bordino della crepes comincia a staccarsi dalla padella, girare la crepes e lasciarla cuocere dall’altro lato. Ripetere l’operazione fino a che non finisce l’impasto. Usate la vostra fantasia per riempire questa base.