Ciao ragazzi, anche oggi passione dolci modalità ON. La torta che voglio proporvi è un dolce davvero interessante che non ha nulla da invidiare ad un dolce di pasticceria. L’unica differenza è che l’ho realizzato io e spero lo realizzerete anche voi. Non è assolutamente difficile quindi potete realizzarla anche voi insieme a me. Ho realizzato questa torta per un evento che mi ha visto coinvolto lo scorso dicembre presso l’ottica Caradonna a Modugno. In quell’occasione ho parlato di alimenti che fanno bene alla salute degli occhi, ho fatto un piccolo showcooking e ho fatto degustare due torte, una delle quali proprio quella che andremo a preparare ora insieme.

Faremo una crostata con base di pasta frolla al caffè ripiena di crema frangipane alle mandorle e amarene e ricoperta con una namelaka alla pasta gialla di vaniglia. Per renderla ancora più golosa la decoriamo con un tourbillon di namelaka alle amarene, amarene sciroppate e fiori eduli. Allora che ne dite? Ho attirato la vostra attenzione? Dai la torta è davvero molto buona. Non ve ne pentirete. Indossiamo i grembiuli e iniziamo.

 

torta

 

Ingredienti:

per la pasta frolla:

  • 220 g di farina 0
  • 1 cucchiaino di polvere di caffè
  • 70 g di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 110 g di burro morbido
  • un pizzico di sale

 

per la crema frangipane:

  • 120 g burro morbido
  • 120 g di mandorle in polvere
  • 2 uova
  • 100 g di zucchero
  • 20 g di farina 0

 

per la namelaka alla vaniglia:

  • 200 g di cioccolato bianco
  • 100 g di latte fresco intero
  • 4 g di gelatina di polvere
  • 220 g di panna fresca
  • 40 g di pasta gialla alla vaniglia

 

per la namelaka alle amarene:

  • 100 g di cioccolato bianco
  • 50 g di latte fresco intero
  • 2 g di gelatina in polvere (200 Bloom)
  • 110 g di panna fresca
  • 20 g di pasta di amarene

 

per devorare:

  • amarene sciroppare q.b.
  • rose o fiori edibili q.b.

 

 

tortaProcedimento:

Iniziamola nostra preparazione dalla pasta frolla al caffè. Pesate lo zucchero e ponetelo in una ciotola. Mescolate il burro morbido con lo zucchero. Unite l’uovo e il sale amalgamate e infine unite la farina e il cucchiaino di polvere di caffè. Potete impastare a mano, oppure come ho fatto io, usando una planetaria con la frusta a foglia. Ponete il panetto di pasta frolla in una pellicola e lasciate riposare in frigo da 1 ora a 24 ore.

Prepariamo la crema ‘frangipane’. Pesate le mandole (pelate o non, non ha importanza, la crema viene ottima uguale) e frullatele per ottenere una farina. Lavorate in una ciotola il burro morbido e lo zucchero. A questo punto unite le uova, la farina di mandorle e la farina 0 e mescolate senza incorporare troppa aria fino a ottenere una crema. Utilizzatela subito o potete conservarla tranquillamente in frigo per 24 ore.

Prepariamo ora la namelaka alle amarene per realizzare i tourbillon. Da queste quantità ne verranno fuori due. Tagliate il cioccolato bianco al coltello e fondetelo. Potete farlo a bagnomaria o usando il microonde con piccoli riscaldamenti e facendo attenzione a non bruciare il cioccolato. Portate a bollore il latte fresco. Reidratate la gelatina in polvere in 5 volte il suo peso di acqua fredda. Al momento di utilizzarla e unirla al cioccolato bianco scioglietela in microonde alla massima potenza per 10 secondi.

Versate il cioccolato fuso, il latte, la gelatina e la panna fredda da frigorifero in un boccale. Unite la pasta di amarene e amalgamate con un minipimer ad immersione. Una volta ottenuta una crema omogenea, versatela negli stampi in silicone per tourbillon e ponete in congelatore per almeno 6-12 ore.

Prendete la pasta frolla dal frigo e portatela a temperatura ambiente. Stendete a frolla con l’aiuto di farina e di un mattarello. Io per realizzare questo dolce ho usato un anello per torte da 24 cm e con bordo di 3 cm. Create la base della crostata e ponetela sulla placca del forno rivestita con carta oleata o con un tappetino di silicone. Create il bordo della frolla all’interno dell’anello per dolci. Una volta creato il guscio di frolla inserite all’interno la crema frangipane, delle amarene sciroppate a piacere e un paio di cucchiaio di sciroppo di amarene. Cuocete in forno statico a 170 ° C per circa 20-25 minuti. Sfornate la torta e lasciate raffreddare eliminando l’anello.

Prepariamo ora la namelaka alla pasta gialla di vaniglia per la copertura della torta. Tagliate il cioccolato bianco al coltello e fondetelo. Il procedimento è lo stesso che abbiamo utilizzato per la namelaka alle amarene, le dosi sono diverse, e in fase di mescolamento va aggiunta la pasta gialla di vaniglia. Una volta ottenuta una crema omogenea, ponetela 15-20 minuti in frigorifero. Quando la consistenza è semi liquida versatela sulla torta, al di sopra della crema frangipane. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente per tutta la notte. Potete accelerare il raffreddamento ponendo la torta in frigorifero per 2 ore.

Una volta che la namelaka sulla torta si è solidificata la possiamo decorare. Sformate il tourbillon alle amarene. Ponetelo sulla superficie della torta come meglio vi piace. Io ho preferito porlo al centro. Finite la decorazione con le amarene sciroppate che vi consiglio di asciugare con un panno carta per eliminare l’eccesso di sciroppo, e se li avete di fiori eduli. Io ho usato delle roselline secche. Aspettate un paio di ore a temperatura ambiente prima di servirla. Questo tempo è quello necessario affinchè il tourbillon di namelaka alle amarene torni cremoso. Buon divertimento.

 

torta

Pin It on Pinterest

Share This