“Tartare, tartare, perché sei tu la mia passione? Mi piaci così tanto che senza di te non riesco a stare, e i miei sensi fai inebriare.” Scusate se ho esordito con un verso sciocco inventato al momento, ma la verità è che adoro le tartare. Chi mi segue lo sa bene, ogni tanto ne propongo una. Sono facili da preparare, golose da gustare e possono essere utilizzate benissimo come antipasto, come secondo o come finger food per un aperitivo. Oggi è la volta di una tartare di salmone. Ma come renderla interessante? Io ci ho provato aggiungendo l’ananas, una bella manciata di pistacchi e di sesamo bianco. Il risultato davvero interessante. Allora? Che ne dite? La prepariamo insieme?

salmone

Ingredienti 2 persone:

  • 150gr di sashimi di salmone
  • 2 fette di ananas maturo
  • 30gr di pistacchi salati
  • sesamo bianco q.b.
  • olio EVO q.b.

 

Procedimento:

Prendete il sashimi di salmone e tagliatelo a fettine e poi a tocchetti piccoli. Pulite un ananas, tagliatelo a fette. Private le fette del torsolo centrale e tagliatele a cubetti. Mettete i cubetti di salmone e di ananas in una terrina. Prendete i pistacchi salati, privateli del guscio. Con un coltello e usando un tagliere, tritateli grossolanamente. Unite anche i pistacchi al resto nella terrina. Aggiungete una manciata di sesamo bianco, un filo di olio EVO e mescolate il tutto. La nostra tartare è pronta per essere servita. Per presentarla aiutatevi con un coppapasta (io questa volta, ne ho usato uno quadrato, su un piatto tondo per creare un contrasto geometrico).

Prendete il piatto nel quale volete servirla, ponete il coppapasta al centro. Riempite il coppapasta con la tartare, compattatela. Eliminate il coppapasta e servite. Simpatico sarebbe che la mangiaste con le bacchette, renderebbe il tutto più orientale. Se poi pensate di usare questa tartare come finger food allora sarebbe simpatico presentarla in piccoli barattoli di vetro monoporzione. Buon divertimento.

Pin It on Pinterest

Share This