Cavatelli con zucchine, cozze e pomodori secchi

Fine estate, ultimi sprazzi di sole. Beh questo vale per gli altri non per noi pugliesi per fortuna. L’orto di nonno Antonio, alias mio suocero, è sempre ricco di sorprese. Mauro, le vuoi due zucchine? Sono le ultime. Mio suocero lo ripete da fine luglio e ma ancora ne stiamo mangiando. Sarà lui bravo o le piante non si rassegnano a smettere di produrle. Quindi ricapitolando: due zucchine in frigo, le ultime, forse, le cozze appena comprate dalla pescheria di fiducia e una passione sfrenata per i pomodorini secchi. Un mix perfetto per un primo piatto davvero gustoso. Cosa manca? La pasta. Cavatelli freschi di un’azienda locale: Maffei, pastaio in Italia dal 1960.

Allora che ne dite di questi cavatelli con zucchine cozze e pomodorini secchi? Vi va di mettervi ai fornelli con me? Forza indossiamo il grembiule e iniziamo a cucinare.

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 500gr cavatelli freschi Maffei
  • 200gr di cozze sgusciate
  • 2 zucchine medie
  • 1 spicchio di aglio
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.    
  • pepe q.b.
  • menta q.b.

 

cavatelli

Procedimento:

Lavate le zucchine e privatele di testa e coda. Tagliatele a tocchetti. Rosolate l’aglio in olio e aggiungete le zucchine. Lasciate andare per alcuni minuti a fuoco medio. Quando vedete che la zucchina comincia a perdere volume unite le cozze con una parte della loro acqua. Cuocete a fuoco vivo per 5 minuti e spegnete. Non salate il sughetto, la sapidità delle cozze da sola basta. Reidratate i pomodorini secchi in una padella con un filo di olio. Copriteli con un coperchio e lasciate che si gonfino leggermente, quindi spegnete. Lessate i cavatelli in abbondante acqua calda salata, scolateli e saltateli in padella con le zucchine e le cozze. Unite qualche foglia di menta fresca e una spolverata di pepe nero macinato di fresco. Servite il piatto ben caldo con l’aggiunta dei pomodorini secchi reidratati. Buon appetito.

 

cavatelli

Crostatine salate con verdure

Crostatine salate e dove trovarle. Avevo voglia di torta salata e allora mi sono messo al lavoro. Farina, olio e acqua e il gioco è fatto. Per farcirle? Tante buone verdurine tagliate sottili sottili e messe a crudo in forno. Peperone, zucchina e carota. Per renderle più golose ho aggiunto del formaggio a fette. Ho attirato la vostra attenzione? Siete pronti a realizzarle? Allora mettete il grembiule e iniziamo subito.

 

Ingredienti:

  • 150gr di farina 0
  • 150gr di farina integrale
  • 80mL di olio EVO
  • 100mL di acqua
  • sale q.b.

per il ripieno

  • carota
  • zucchina
  • peperone giallo
  • 100gr formaggio a fette
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
  • basilico q.b.

 

Procedimento:

Prepariamo la base delle nostre crostatine salate. Pesate le farine. Unite, l’olio, un pizzico di sale, e l’acqua. Impastate fino a ottenere un composto compatto. Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per almeno 30min in frigo. Nel frattempo prepariamo le verdure per il ripieno. Pelate e lavate la carota. Lavate il peperone e privatelo dei semi. Lavate la zucchina e privatela di testa e coda. Armandovi di pazienza, tagliate le verdurine a listarelle sottili. Una volta terminata questa operazione saremo pronti per creare le nostre crostatine. Prendete la pasta dal frigo. Stendete la pasta nelle formine per crostatine, in alternativa, se non le avete, stendete la pasta in una teglia del diametro di 26 cm creando un bordo alto di circa 2-3cm. Bucherellate la base con una forchetta.

Ponete sulle basi una fetta di formaggio a scelta (emmenthal, provolone, caciotta) quello che più gradite. Sistemate sopra le verdure crude a listarelle. Salate le verdure leggermente e aggiungete un filo di olio. Cuocere in forno ventilato a 180°C per circa 20min. Trascorso il tempo, estraete le crostatine dal forno e lasciatela raffreddare. Servite tiepide aggiungendo qualche fogliolina di basilico. Buon divertimento e buon appetito.

crostatine

 

Un foodblogger da Eataly Bari

Ciao ragazzi, oggi non vi proporrò una ricetta, vi parlerò invece dalla sorprendente e emozionante esperienza vissuta la scorsa settimana da Eataly Bari. Voglio narrarvi tutto dall’inizio perché capiate e viviate le mie emozioni. Nei primi giorni della scorsa settimana, sono stato contattato da Michele Montemurro, Store Manager Eataly Bari. Chiacchieriamo, parliamo del mio blog, della mia passione per il food e del suo  lavoro a Eataly. Ad un certo punto arriva la proposta: Mauro mi piacerebbe fossi nostro ospite per degustare il nuovo menu estivo e per confrontarci e ricevere un tuo feedback.

Ora immaginate la mia sorpresa di fronte a questa richiesta. Non ci ho pensato nemmeno un minuto e ho detto: certo con piacere. Non mi era mai capitato, ma nella vita c’è sempre una prima volta. Così venerdì scorso, sono andato da Eataly Bari che, per chi non lo sapesse, è in una location meravigliosa. Eataly è all’interno della struttura dell’ingresso monumentale della fiera del Levante, sul lungomare barese. Il ristorante è sulle terrazze che affacciano sul mare con una vista davvero incantevole.

Ad accogliermi Michele Montemurro. Ci presentiamo, chiacchieriamo e ci troviamo subito in sintonia. Saliamo al primo piano e nelle meravigliose cucine a vista ci attende Lucio Matteo Giacomo Vergine, Executive Chef, un ragazzo salentino timido ma che sa il fatto suo. Al tavolo ci accompagna Francesco Fraddosio, Restaurant Manager,  simpatico e professionale. Io e Michele ci sediamo, chiacchieriamo di food, di medicina, di ricerca, di lavoro, di passioni quelle belle che ti fanno vivere bene.

Così, sorseggiando un ottimo bicchiere di vino, vista mare, arriva Agata Fiore, Cameriera, simpatica e solare, con il primo piatto da provare e sapientemente ce lo presenta: Cialda di pane 100% integrale con tartare di Fassona Piemontese (La Granda, presidio Slow Food) e spuma di burrata affumicata. Ragazzi provare a descrivere il suo gusto è quasi impossibile, un equilibrio perfetto, la croccantezza del pane, la cremosità della spuma di burrata e il sapore dell’ottima tartare di carne. Una delizia.

Nemmeno ce ne accorgiamo che Agata è lì con il secondo piatto, un cannolo di zucchina ripieno di frescopecora e noci su gazpacho di pomodoro datterino, verdure croccanti e “cristallo” di fiore di zucca. Qui mi sono davvero emozionato. Piatto presentato alla perfezione, il cristallo di fiore di zucca una chicca. Il sapore? Fresco, estivo, gli ingredienti tutti perfettamente in equilibrio tra di loro, nessuno copriva l’altro. Un tripudio per le mie papille gustative.

EatalyLa conversazione tra me e Michele è stata fluida e continuativa, come ci conoscessimo da anni, e mentre gli esprimevo i miei giudizi sui piatti appena assaggiati, arriva Agata sorridente a presentarci il terzo piatto: Crema fredda di fave bianche profumata al limone, sbrisolona di tarallo tradizionale pugliese, insalata di cicorielle, scaglie di pecorino e “caviale” di vincotto. Quelli che mi conosco sanno che io amo la purea di fave bianche, le adoro. Anche questo piatto mi ha sorpreso piacevolmente per la sua semplicità ma allo stesso tempo per un perfetto equilibrio di sapori. La chicca, il pecorino a scaglie e il caviale di vincotto.

eatalyEro già piacevolmente pieno e contento, per la compagnia, la location e i piatti davvero ben strutturati. Lo chef Lucio però non aveva ancora finito, anzi aveva in serbo altri tre piatti. Un primo: Linguine integrali Benedetto Cavalieri al pesto di erbe selvatiche, Parmigiano Reggiano vacche rosse, con gambero rosso crudo. Qui veramente lo stupore gustativo è stato sorprendete. Il pesto di erbette della nostra murgia davvero delicato, profumato, dolce al palato. La pasta nulla da dire, Benedetto Cavalieri, parla da se. Il gambero rosso crudo, arrotolato con gli spaghetti e il pesto, un tripudio di sapore.

Potrei parlare per ore di questi piatti. Ho detto a Michele e allo Chef Lucio che la scelta era perfetta per il menù estivo, ho fatto loro i complimenti e espresso qualche piccola perplessità. Per ringraziarmi, come se non bastasse, lo chef mi ha presentato il suo dessert, una delizia al limone: crema al limone, pan di spagna bagnato con guazzetto al limone e limone candito. Io, al contrario dello chef che lo ama, non vado pazzo per il limone ma questo dessert chiudeva davvero il cerchio di elaborata semplicità e di raffinata delicatezza dei piatti che ho gustato.

Credetemi se vi dico che è stata un’esperienza sensoriale davvero molto bella. Se a questa si aggiunge: la professionalità del personale, la loro simpatia, la disponibilità e la passione che anima il loro lavoro, allora non posso che consigliarvi di fare un salto a Eataly Bari. Inoltre non posso che fare i complimenti a Michele Montemurro e al suo staff per il lavoro che giornalmente compiono per rendere Eataly Bari un posto davvero unico, raffinato, curato e con una marcia in più. Andateci per godere come me del nuovo menù estivo, della cortesia del personale e delle terrazze con vista sul mare. Cosa aspettate? Correte.

Involtini con verdure croccanti

Ciao ragazzi, vi sono mancato? Non pubblico da un po’ e la cosa mi spiace, ma il lavoro mi ha tenuto piuttosto impegnato. Spero di rimediare con una serie di ricettine interessanti che sono in cantiere. Oggi contravvenendo alla mia avversione per i secondi piatti a base di carne, ve ne propongo uno. Si proprio così, oggi facciamo degli involtini di vitello freschi e leggeri. Pochi grassi, poco condimento, perfetti come secondo estivo. Il ripieno di questi involtini? Beh delle verdure croccanti messe a crudo all’interno e condite con solo sale e pepe. Per rendere golosi questi involtini li impaniamo con un mix di pangrattato, formaggio pecorino, semi di papavero e di sesamo. Poi dritti in forno. Allora che ne pensate? Vi gusta la ricetta? Bene, realizziamola insieme. Indossiamo i grembiuli e iniziamo.

 

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 fette di carne di vitello
  • pangrattato q.b.
  • 1 cucchiaio di semi di papavero
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • 2 uova
  • 2 cucchiai di formaggio pecorino
  • olio EVO q.b.

 

per il ripieno

  • 1 carota
  • ½ peperone giallo
  • ½ zucchina
  • sale q.b.

 

involtiniProcedimento:

Iniziamo lavando e pulendo le nostre verdure. Pelate la carota, lavate la zucchina e privatela di testa e coda. Prendete il peperone, tagliatelo a metà e privatelo dei semi e della parte bianca interna. Prendete le verdure tagliatele tutte a listarelle sottili sottili. Il ripieno dei nostri involtini è pronto. Prendete le fette di carne, stendetele su un tagliere e battetele se necessario. Prendete le verdure, miste, e ponetele a un’estremità della fetta di carne. Poi salate a piacere, e se lo desiderate, aggiungete del pepe. Arrotolate le fette di carne fino a formare un involtino e bloccatelo con degli stuzzicadenti. Ora ripetete la stessa cosa con tutte le fette di carne. Una volta terminato passiamo a impanare i nostri involtini.

Sbattete due uova in una ciotola con un pizzico di sale. In una terrina ponete del pangrattato, il formaggio pecorino, i semi di sesamo e di papavero. Mescolate per bene. Prendete l’involtino, passatelo nell’uovo e poi nel mix per l’impanatura. Ripetere per tutti gli involtini. Ponete gli involtini in una pirofila da forno rivestita di carta oleata. Umettateli con un po’ di olio e cuoceteli in forno a 200°C per 20-25 min. Servite caldi, accompagnati da un crudité di verdure miste. Buon divertimento.

Torta salata con zucchine, carote e provolone

Adoro le torte salate, che posso farci, le trovo buone al pari di una torta dolce. In più le torte salate si prestano bene per ogni occasione: sono versatili e con loro puoi dare libero sfogo alla fantasia. Nel fare la spesa avevo comprato delle zucchine e delle carote, entrambi questi ortaggi a casa mia non mancano mai. Tornato a casa, avevo il desiderio di qualcosa di sfizioso per cena e così mi sono messo a impastare una torta salata con mix di farina di farro e integrale. Il suo ripieno era ancora da definire così ho pensato di spadellare le carote e le zucchine insieme. Per rendere la torta più golosa ho aggiunto del provolone piccante. Ho attirato la vostra attenzione? Che ne pensate? La realizziamo? Allora mettete il grembiule e iniziamo subito.

 

Ingredienti:

per la pasta:

  • 150gr di farina di farro
  • 150gr di farina integrale
  • 80mL di olio EVO
  • 100mL di acqua
  • sale q.b.

per il ripieno:

  • 2 zucchine medie
  • 3 carote medie
  • ¼ di cipolla
  • 100gr di provolone piccante
  • olio EVO q.b.

 

Procedimento:

Iniziamo preparando la base della nostra torta salata. Pesate le farine. Unite, olio, acqua e un pizzico di sale. Impastate con le mani fino a ottenere un composto compatto. Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciate che riposi per almeno 30min in frigo. In attesa prepariamo il ripieno della nostra torta. Lavate e pulite le carote e le zucchine. Tagliate le carote a tocchetti e le zucchine a semiluna. Rosolate la cipolla, unite le carote e lasciate cuocere per 10min. Aggiungete le zucchine e lasciate cuocere per altri 10min. Regolate con il sale. Prendete il provolone piccante e tagliatelo a cubetti.

Prepariamo la base della nostra torta. Stendete la pasta con un mattarello formando uno strato di circa 2mm e ponetelo in una teglia del diametro di 26 cm creando un bordo alto di circa 2-3cm. Bucherellate la base con una forchetta. Ponete sulla base il mix di carote e zucchine e i tocchetti di formaggio. Sicuramente nel preparare la base vi resterà della pasta. Stendetela con un mattarello e create la decorazione che più vi piace per la vostra torta. Io ho creato delle strisce solo su due lati. Cuocere in forno ventilato a 180°C per circa 20-25min. Trascorso il tempo, estraete la torta salata dal forno e lasciatela raffreddare. Servite tiepida. Buon divertimento.

zucchine

Le Ricette di Chri: Filetto di salmone in crosta

Salve a tutti, sono Christian e rieccomi qui, per proporvi una nuova ricetta, questa volta un piatto salato. Oggi vi voglio proporre un secondo adatto nel periodo delle feste, come Natale o Pasqua, ma allo stesso tempo perfetto per una cena con amici o parenti. Il filetto di salmone in crosta di sfoglia, una ricetta semplice da realizzare. Un piatto molto ricco, soprattutto nel gusto. Credetemi vi sorprenderà. Ora, è arrivato il momento di mettervi ai fornelli con me! Su forza! Mettiamoci a cucinare!

Ingredienti:

  • filetto di salmone senza pelle (500gr)
  • 1 zucchina media
  • un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 uovo
  • olio EVO q.b.
  • Sale e pepe q.b.

 

Procedimento:

Per prima cosa tagliate la zucchina a rondelle, poi scaldate in una padella l’olio extravergine d’oliva e aggiungete uno spicchio d’aglio leggermente schiacciato. Dopo un minuto aggiungete la zucchina, salate e fate cuocere al massimo per 5 minuti, eliminate lo spicchio d’aglio e togliete dal fuoco la padella. A questo punto salate e pepate il filetto di salmone. Scottatelo in una padella con olio extravergine d’oliva per un paio di minuti su entrambi i lati. Ora che avete tutti gli ingredienti pronti, realizziamo il nostro piatto.

Prendete la pasta sfoglia e tagliatela a metà. Adagiate metà sfoglia sopra della carta forno, bucherellatela più volte con una forchetta. Ponete sulla pasta il filetto di salmone e ricopritelo con le zucchine. Sbattete un uovo e spennellate i bordi della sfoglia. Coprite il tutto infine con la rimanente pasta sfoglia. Fate aderire bene i lati della sfoglia e fate alcuni piccoli taglietti sulla pasta per facilitare la fuoriuscita del vapore durante la cottura. Infine spennellate con l’uovo la superficie della sfoglia. Cuocete in forno caldo per 25/30 minuti a 200 gradi. Quando è cotto, estraetelo dal forno e aspettate 5 minuti prima di tagliarlo in grosse fette. Buon appetito.

Filetto

Le Ricette di Chri: Pasticcio di verdure

Per chi non lo sapesse, sono Christian, co-founder della rubrica “Finding Food – Il Cibo Intorno a Noi” e grande amico di Mauro. Oggi Mauro mi ha chiesto di proporvi una mia ricetta. Ogni tanto il mio nome esce su questo blog perché sono anche consulente della sezione dolci. Infatti, io ho la passione per i dolci, ma questa volta vi propongo un piatto salato. Ho assaggiato questa lasagna alle verdure in un ristorante vegano della mia città, Vicenza. Non appena sono uscito dal ristorante, ho voluto subito replicarla a modo mio. Io, sono intollerante al lattosio, per questo ho usato margarina e latte di soia, ma voi usate tranquillamente ciò che più vi piace. Anche Mauro ha provato questa mia ricetta e ne è rimasto molto soddisfatto, tanto da volerla replicare. Ora che dite di provare a mettervi ai fornelli con me? Su forza! Mettiamoci a cucinare!

Ingredienti:

  • 6 sfoglie di lasagne fresche all’uovo (sfogliagrezza Giovanni Rana)
  • 2 peperoni grandi
  • 1 melanzana
  • 2 carote
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla
  • 1 litro di latte di soia
  • 100 gr di margarina
  • 100 gr di farina
  • pangrattato q.b.
  • olio Evo q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

Lavate tutte le verdure e iniziate a tagliarle. Le carote andranno pelate e tagliate a rondelle, così pure per le zucchine. I peperoni e la melanzana, invece tagliateli a cubetti. Dopo aver affettato la cipolla, è giunto il momento di cuocere le verdure. Cucineremo le verdure separatamente l’una dall’altra. Scaldate una padella antiaderente con un filo d’olio e un po’ di cipolla, dopo averla rosolata, versate le carote, salate e fate cuocere 5 minuti. Stesso procedimento sarà effettuato con melanzane, peperoni e zucchine. Io cucino tutto separatamente per regolare meglio la cottura di ogni ortaggio. Dopo aver cucinato le verdure, riunitele e occupiamoci della sfoglia.

Sbollentate le sfoglie di lasagna in acqua salata in cui avrete messo un filo d’olio. Cuocete le sfoglie tre minuti quindi sollevatele con una schiumarola, ponetele in una ciotola con acqua fredda e poi fatele asciugare su uno strofinaccio.

Ora preparate la besciamella. Versate la margarina in un tegame, lasciatela fondere dolcemente quindi aggiungete la farina, mescolando rapidamente. Una volta ottenuto un roux color nocciola unite il latte bollente e mescolate ancora. Salate e continuate a cuocere sempre mescolando per 5 minuti, fino a raggiungere la giusta densità.

Adesso è tutto pronto e possiamo comporre la lasagna. Prendete una pirofila rettangolare, versate uno strato di besciamella sul fondo, poi iniziate con la sfoglia. Dopo aver sistemato lo strato con la pasta, versate le verdure e coprite con altra sfoglia, poi prendete la besciamella e create uno strato con questa. Dopo coprite con altra sfoglia e procedete in questo modo fino alla fine di tutti gli ingredienti. Sull’ultimo strato mettete oltre alla besciamella una generosa spolverata di pangrattato. Infornate in forno statico a 180 gradi per circa 30 minuti. Le vostre lasagne sono pronte per essere servite. Buon appetito.

verdure

Quinoa con verdure aromatizzate alla menta

Io adoro la quinoa con le verdure spadellate. Questa che vi propongo è stata la cena di benvenuto per il mio amico Christian, quando è venuto a trovarci a maggio in Puglia. Parlando con lui, mi aveva detto che non la aveva mai mangiata. Allora ho voluto rimediare, preparando per lui una cena leggera e gustosa a base di quinoa, con verdure spadellate aromatizzate alla menta, e non solo. Scettico, l’ha mangiata e alla fine credo mi ha detto che gli è piaciuta. Cosa ne dite? Vi va di provarla insieme? Su, diamoci da fare e prepariamola. Vi assicuro che il risultato vi piacerà. Un piatto leggero, gustoso, e colorato.

 

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 200gr di quinoa
  • 2 zucchine
  • 1 melanzana
  • 1 peperone rosso
  • 5-6 funghi cardoncelli
  • 6-8 pomodorini
  • ¼ di cipolla
  • menta fresca q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

Lavate la zucchina e la melanzana. Tagliate la melanzana a cubetti. Fate la stessa cosa con la zucchina. Lavate il peperone e privatelo dei semi e della parte bianca. Tagliateli a pezzetti. Pulite e lavate i funghi e tagliateli a tocchetti. Lavate i pomodorini e tagliateli in due. Rosolate la cipolla e unite i peperoni. Cuocete per qualche minuto, a fuoco vivo, quindi unite le melanzane e i funghi. Mescolate e cuocete per 5 min quindi aggiungete le zucchine. In ultimo unite i pomodorini e regolate con sale. Cuocete per altri 5 min a fuoco vivo.

Lessiamo la quinoa. Lavatela sotto acqua corrente. Ponetela in una pentola e portate a ebollizione con abbondante acqua. Cuocere, seguendo il tempo di cottura riportato sulla confezione (15 min circa) o fino a che la quinoa non raddoppia di volume. Scolate e unite la quinoa alle verdure. Lasciate insaporire. Unite qualche fogliolina di menta fresca. Servite la quinoa tiepida o a temperatura ambiente. Buon appetito.

quinoa