Risotto con asparagi e semi tostati

Oggi avevo voglia di risotto. A casa non lo amano, ma io lo adoro. Ogni tanto mi concedono di prepararlo. Così oggi, mi sono messo ai fornelli per prepararne uno delicato ma gustoso. Ho usato gli asparagi selvatici raccolti dal mio papà, che sono profumati e saporiti. Per rendere il risotto più goloso l’ho mantecato con del mascarpone e del parmigiano e infine ho aggiunto una manciata di semi tostati. Allora, che ne dite? Volete provarlo con me? Non ve ne pentirete. Forza, iniziamo a prepararlo.

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 200gr di riso a scelta
  • 150gr di asparagi
  • ¼ di cipolla bianca
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano
  • 2 cucchiai di mascarpone
  • olio EVO q.b.
  • semi di girasole q.b.
  • semi di zucca q.b.
  • semi di sesamo q.b.
  • semi di papavero q.b.
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

In una pentola facciamo bollire circa 1-2 litri di acqua per fare un brodo leggero (cipolla, carota, zucchina) che ci servirà per il risotto. Oppure, se usate un robot da cucina, potete anche cuocere il risotto semplicemente con acqua calda e un pizzico di sale. Lavate e pulite gli asparagi, io ho usato quelli raccolti nel bosco dal mio papà, sottili e profumatissimi. Tagliateli a tocchetti piccoli, privandoli della parte terminale del gambo. Rosolate la cipolla, gli asparagi. A metà cottura aggiungete il riso (la varietà che più vi piace, io ho scelto un parboiled per questo risotto) e tostatelo per 5min a fuoco alto. A questo punto aggiungere un paio di mestoli di brodo e girare di continuo in modo che il riso non si attacchi e si cuocia per bene.

Continuare ad aggiungere il brodo fino a cottura ultimata. Se usate un robot da cucina, dopo la tostatura del riso aggiungete acqua calda salata (per il doppio del peso del riso) e cuocete per il tempo di cottura del riso stesso. Prendete una manciata di semi (girasole, zucca, sesamo e papavero) e tostateli su una padella rovente. Una volta terminata la cottura del riso, mantecatelo con due cucchiai di mascarpone e due di parmigiano. Servite caldo con una manciata di semi tostati e una spolverata di pepe nero. Buon appetito.

asparagi

Muffin con zucca e melagrana

Autunno, nuovi profumi e nuovi sapori. Autunno tempo di zucca e di melagrane. Quelli che mi seguono sanno che sono un fan della zucca, e che da oggi in poi la ritroverete ovunque, soprattutto perché il mio buon fattore Antonio (mio suocero) ne ha piantate tantissime. Le melegrane le uso un po’ meno ma c’è sempre tempo per sperimentare. Durante una chiacchierata con il mio amico Christian, oramai consulente di questo blog per i dolci, ci siamo detti perché non provarli insieme? Lui un po’ scettico sull’uso della zucca nei dolci, ma io avendola già provata so che ci sta bene. Abbiamo allora pensato di realizzare dei muffin con zucca e melagrana, ottimi per ogni momento della giornata. Che ne dite? Vi va di provare a realizzare questi muffin con noi? Indossate il grembiule e partiamo.

melagrana

Ingredienti:

  • 250gr di farina integrale
  • 250gr di farina bianca
  • 250gr di zucchero
  • 400gr di zucca
  • 20gr semi di papavero
  • 2 melagrane
  • 3 uova
  • 150gr di olio di mais
  • 100gr di mandorle
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 limone (scorza)

 

img_9363Procedimento:

Pulite la zucca, privatela di semi e scorza e tagliatela a dadini. Ponetela in una coppa e cuocetela in microonde per 15min. Sgranate due melagrane e ponetele da parte. Pesate le mandorle e tritatele insieme allo zucchero e alla scorza di limone. Unite le uova, l’olio, la zucca e amalgamate a velocità media. Unite le farine, i semi di papavero, il lievito e la vanillina. Mescolate il tutto e infine incorporate le melagrane (tenete da parte un po’ di semi di melagrana per decorare la superficie dei muffin). Oliate e infarinate due teglie per muffin da 12 stampi, l’impasto che otterrete da queste dosi serve per realizzare 24 muffin.

Riempite gli stampi quasi fino al bordo. Cuocere in forno statico 180°C per circa 15-20min o fino a che, infilando uno stuzzicadenti, questo non ne esce asciutto. Lasciate raffreddare nello stampo per 5min, quindi staccate i muffin e poneteli a raffreddare su una gratella. Servite a temperatura ambiente. Buon divertimento.

melagrana

Tartare di salmone, avocado e zenzero

Oggi mi sono svegliato con un desiderio di tartare di salmone. Che posso farci se adoro il ristorante giapponese e ogni occasione e buona per provare a riprodurre qualcosa a casa? Eppure la settimana scorsa mi sono concesso una pausa pranzo al mio ristorante giapponese preferito, Hagakure. Una pausa pranzo con i fiocchi direi, una pausa che mi ha dato la carica per affontare un bel pomeriggio impegnativo. Soddisfatto e memore di questo bel pranzetto vi propongo oggi una tartare veloce e golosa di salmone e avocado con un delizioso aroma di zenzero e noce moscata. Leggera, gustosa, delicata, invitante. Il gusto unico del salmone, accompagnato dalla consistenza “legante” dell’avocado. A questo aggiungiamo il profumo inimitabile di due spezie come lo zenzero e la noce moscata. Se come me, amate le tartare, non potrete non amare questa delizia. La preparate con me? Pochi minuti e la gusteremo insieme.

image3(1)

Ingredienti 2 persone:

  • 300gr Sashimi di salmone
  • ½ avocado maturo
  • zenzero q.b.
  • noce moscata q.b.
  • semi di papavero q.b.
  • glassa di aceto balsamico q.b.

 

image1(1)Procedimento:

Prendete il sashimi di salmone (io lo prendo dal mio pescivendolo di fiducia all’interno dell’ipermercato coop), tagliatelo a fettine e poi a tocchetti piccoli. Tagliate l’avocado a metà, privatelo della buccia. Tagliatelo a fette e poi a tocchetti. Mettete il salmone e l’avocado in una terrina. Prendete un pezzetto di radice di zenzero, eliminate la buccia. Tagliate la radice a fettine sottili, poi a listarelle e infine a tocchetti piccoli piccoli. Mettete lo zenzero nella terrina. Grattugiate la noce moscata a piacere. Mescolate per rendere il tutto omogeneo. Siamo pronti per servire la nostra tartare golosa. Prendete un piatto e con l’aiuto di un coppapasta, sistemate la tartare. Decorate il piatto con la glassa di aceto balsamico e la tartare con i semi di papavero. Non ci resta che mangiarla. Buon appetito.

salmone

 

Pagnotte ai cereali e semi vari

Sabato pomeriggio, pioggia, poca voglia di uscire, amici che ci raggiungono per cena. Questo il quadro che avevo davanti qualche fine settimana fa. Nel pensare a cosa preparare per cena, ci è venuto in mente un posto, carinissimo, dove ormai andiamo spesso quando usciamo: 111 emporio gastronomico, un emporio dove si mangia molto bene, soprattutto panini e baghette, e dove al gentilezza e la cortesia sono di casa. Allora, io e mia moglie, ci siamo detti: perché non fare dei panini fatti in casa e non farcirli a piacere? Perché non fare un bel “panino-hamburger homemade”? Così, abbiamo creato delle pagnotte ai cereali e semi misti davvero sfiziose. La farina BIO ai 5 cereali, davvero eccellente per questa ricetta. Che ne dite? Vi va di provarle insieme a noi? Forza allora indossiamo i grembiuli e giochiamo con la farina.

image2(1)

 

Ingredienti:

  • 500gr di farina ai 5 cereali
  • 100mL di latte
  • 200mL di acqua
  • 1 cucchiaio da cucina di zucchero
  • 30gr di olio EVO
  • ½ cucchiaio da cucina di sale
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 30gr di semi misti (papavero, lino e sesamo nero)
  • 30gr di semi di sesamo

image1(1)

Procedura:

Sciogliete il lievito nei liquidi tiepidi (latte e acqua), aggiungete lo zucchero, l’olio, la farina ai cereali, i semi misti e in ultimo, lontano dal lievito il sale. Impastare fino a ottenere un impasto omogeneo né troppo morbido né troppo duro. Se avete un robot da cucina, un’impastatrice, una planetaria, usateli per impastare, in questo modo la pasta verrà più setosa. Dividete l’impasto in tante piccole palline della dimensione che desiderate. Noi ne abbiamo fatti alcuni più grandi per noi adulti e alcuni più piccoli per i bimbi. Sistemateli su un tavoliere e coprite con un canovaccio.

Lasciate lievitare l’impasto per almeno un’ora. Quando l’impasto è diventato almeno il doppio in volume sistemate le pagnotte sulla placca del forno ricoperta di carta oleata. Cuocere, per circa 30-40min, in forno statico a 180°C. Sfornate e lasciate riposare. I vostri panini sono pronti, ora serve tutta la vostra fantasia per riempirli. Buon divertimento.

pagnotte

Baccalà ai semi misti e miele di acacia

Il baccalà, la mia passione. Molti non lo mangiano per pregiudizio, io lo mangerei sempre. Sono un amante del pesce più che della carne e il baccalà lo trovo gustoso e versatile. Lo possiamo preparare in molti modi, basta solo usare la nostra fantasia e un po’ di audacia. Oggi ve lo propongo nel modo più semplice. Piastrato, ma con un tocco di colore e con la dolcezza del miele. Che ne dire? Ho attirato la vostra attenzione? Allora possiamo procedere insieme e realizzare questo secondo veloce e goloso. L’unica difficoltà sta nel mettere a bagno il baccalà per tre giorni. Durante l’ammollo, vi consiglio di cambiare l’acqua almeno due volte al dì. Una volta trascorso il tempo, il baccalà si sarà reidratato e avrà perso gran parte del sale. A questo punto non ci resta che cucinarlo. Pronti?

miele

 

Ingredienti per 2 persone:

  • filetto di baccalà sotto sale (4 pezzetti)
  • semi misti (sesamo bianco e nero, papavero, lino)
  • miele di acacia q.b.

mieleProcedimento:

Scolate il baccalà tenuto in ammollo, strizzatelo un po’ e tamponate su carta assorbente. Tagliate i pezzi di baccalà a cubetti. Prendete un mix di semi (papavero, lino, sesamo bianco e nero) e passateci dentro i cubetti di baccalà. Riscaldate una padella anti aderente o in ceramica. Una volta calda, ponete i cubetti di baccalà. Cuocere a fuoco vivo, girando i cubetti su tutti i lati. Una volta cotti disponete il baccalà in un piatto e cospargete con il miele di acacia. Servire il piatto caldo. Buon appetito. Potere usare questa ricetta come secondo piatto ma anche come apricena, o addirittura come finger food se servito in piccoli vassoietti monoporzione.

miele

Plumcake con limone e semi di papavero

Non è weekend in casa mia se non c’è un dolce preparato in casa. Non importa la complessità, può essere anche un semplice biscottino, o una torta a tre strati, una crostata o un dolce al cucchiaio, l’importante è farlo e gustarlo con la famiglia e con gli amici. Oggi vi propongo un plumcake diverso dal solito ma credetemi ve ne innamorerete. Limone e semi di papavero, un’accoppiata vincente. La ricetta mi è stata data dal mio amico, Simone, anche lui appassionato di cucina. Parlando mi ha detto che avrebbe fatto dei muffin, limone e semi di papavero, allora gli ho chiesto la ricetta e, con un mio tocco personale ho aggiunto qualcosina e ne ho fatto un plumcake. Ideale per la prima colazione o una merenda pomeridiana, magari bevendo una buona tazza di tea e conversando amabilmente. Vi va di provarlo con me? Allora mettete il grembiule e rimbiccatevi le maniche.

image3(1)

Ingredienti:

  • 200gr farina Manitoba
  • 150gr mandorle tritate
  • 120gr zucchero semolato
  • 150gr olio di semi di mais
  • ½ bustina di lievito
  • 3uova
  • 1 limone
  • 50gr semi papavero

 

image2(1)Procedimento:

Riscaldare il forno a 180°C. In una coppa pesare la farina, lo zucchero, unite il lievito, le mandorle tritate, i semi di papavero e mescolate bene per favorire una buona lievitazione. In un’altra coppa rompete le uova, unite l’olio, il succo di un limone e la sua scorza grattugiata e mescolate con un cucchiaio o con un frustino a mano. Versare il composto liquido nella coppa della farina e amalgamare con pochi giri di cucchiaio perché il composto deve restare grumoso. Imburrate uno stampo a cassetta, versate il composto e cuocere in forno statico per circa 20-25min o fino a che, infilando uno stuzzicadenti nel loro interno, non ne esce asciutto. Al termine della cottura, spegnete il forno, apritelo e lasciate dentro il plumcake per 5min. Trascorso il tempo estraetelo dal forno e lasciatelo raffreddare completamente. Servire il plumcake tiepido o freddo. Buon divertimento.

limone

 

Involtini di melanzane con salmone e mango

Avete ospiti per cena? Volete stupirli con un piatto diverso? Ho io la ricetta per voi. Veloce e delicata che li conquisterà. Involtini di melanzane, con salmone e mango. Li ho realizzati la scorsa settimana per una cena con amici e davvero sono andati a ruba. Li prepariamo insieme?

image2(1)

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane medie
  • ½ mango maturo
  • 100gr di salmone affumicato
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • 1 cucchiaio di semi di papavero
  • 1 cucchiaio di sesamo bianco
  • olio di mais q.b.
  • sale q.b.

image3modProcedimento:

Lavate le melanzane, e tagliatele a fette di mezzo cm, nel verso della lunghezza. Friggete le fette di melanzane in olio di mais. Dorate da ambo i lati e riponete le fette di melanzane su carta assorbente una volta cotte. Lasciate raffreddare. Lavate, sbucciate e tagliate a fettine il mango. Prendete il salmone affumicato e tagliatelo a fettine. Siamo pronti per creare i nostri involtini. Prendete la fetta di melanzana, ponete al centro il salmone, e il mango. Arrotolate e mettete da parte. Ripetete l’operazione per tutte le fette di melanzane. Una vota terminata la preparazione degli involtini, prepariamo un’impanatura a freddo per renderli più golosi. Prendete una coppa, mettete il pangrattato, il sesamo e i semi di papavero, e mescolate. La nostra impanatura è pronta. Passate gli involtini nell’impanatura e poneteli in un piatto per servirli. Tutto fatto, siamo pronti per servirli. Buon appetito.

image1(1)

Pesce spada in semi di papavero

Io adoro il pesce, anche più della carne. Nel fare la spesa, ho visto il pesce spada e non ho resistito a comprarne una fetta. Il pesce mi piace mangiarlo con pochi ingredienti aggiunti e così è stato anche ieri. Una leggera impanatura di semi di papavero e un contorno di cetrioli con glassa di aceto balsamico, e il gioco è fatto. Che ne dite? Vi va di provarlo? La ricetta è semplice e veloce.

image1

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 fetta di pesce spada fresco (300gr)
  • semi di papavero q.b
  • 1 cetriolo
  • sale rosa dell’Himalaya q.b.
  • glassa di aceto balsamico q.b.

 

image2Procedimento:

Lavate il pesce spada e tagliatelo in due parti. Passate le parti del pesce spada nei semi di papavero, come se li dovesse impanarli. Lavate bene un cetriolo, senza privarlo della buccia. tagliatelo a fettine di mezzo centimetro. Scaldate una padella antiaderente. Cospargete la superficie con il sale rosa e aggiungete il pesce spada. Cuocete a fuoco medio-alto per 5-10min girando di tanto in tanto. Siamo pronti per servire il nostro pesce spada leggermente croccante con un cuore tenero. Prendete un piatto piano, sistemate il pesce spada al centro. Sistemate le fettine di cetrioli ai lati e decorate con la glassa di aceto balsamico. Buon divertimento.