Capunti con pesce spada e melanzane

Primi caldi, voglia di cucinare zero, voglia di mangiare sempre tanta. Anche in estate non rinuncio a cucinare purchè siano piatti veloci e leggeri. Oggi vi propongo un primo interessante, profumato, colorato, che sa di estate. Il pesce spada è l’ingrediente principale, con il suo profumo unico e la sua ottima consistenza. Lo accompagniamo con la melanzana e i pomodorini. Per finire uniamo il basilico con il suo profumo inconfondibile. A completare il piatto ho scelto come formato di pasta dei capunti freschi, deliziosi e perfetti nell’amalgamarsi con questo sughetto di melanzane e pesce spada. Che ne dite? Sono riuscito ad attirare la vostra attenzione? Lo proviamo insieme? Allora, mettiamoci il grembiule e diamoci da fare.

 

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 200gr capunti freschi
  • 1 fetta di pesce spada
  • 1 melanzana
  • 6-8 pomodorini di stagione
  • 1 spicchio di aglio
  • olio EVO q.b.
  • basilico fresco q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

Lavate la melanzana e i pomodorini. Private la melanzana di testa e coda e tagliatela a fette di 1 cm. Tagliate le fette a strisce e infine a dadini. Dividete in quattro i pomodorini. Private il pesce spada della pelle e tagliatelo a strisce e infine a cubetti. In una padella, rosolate uno spicchio di aglio in olio EVO e aggiungete i dadini di melanzane. Lasciate rosolare per 10 min a fuoco medio. Unite i pomodorini e continuate la cottura. Regolate con il sale. Quando melanzane e pomodori sono oramai cotti aggiungete i tocchetti di pesce spada. Cuocete per 5-10 min al massimo, il tempo che il pesce spada si scotti e il sughetto si amalgami bene. Terminata la cottura, aggiungete il basilico tagliato di fresco.

Lessate i capunti freschi in abbondante acqua calda salata, scolateli e saltateli in padella con le melanzane e il pesce spada. Servite il primo ben caldo. Se volete potete aggiungere una spolverata di pepe grattuggiato di fresco. Buon appetito.

capunti

 

Merluzzo FRoSTA con mirtilli, mandorle e menta

Oggi voglio parlarvi di FRoSTA un’azienda tedesca produttrice di surgelati dal 1962. Leader di settore in Germania, si affaccia nel mercato italiano nel 2015 con la filosofia 100% naturale, proponendo prodotti realizzati senza additivi artificiali. I prodotti FRoSTA sono, infatti privi di coloranti e aromi aggiunti, esaltatori di sapidità, emulsionanti e stabilizzanti, amidi modificati chimicamente e grassi idrogenati.

MerluzzoTutti gli ingredienti, sono prodotti nel pieno rispetto dell’ambiente, con riduzione delle emissioni, confezioni sostenibili, trasparenza. FRoSTA ha come obiettivo principale la tutela dell’ambiente per le future generazioni, una politica sicuramente da ammirare. FRoSTA propone una vasta gamma di prodotti surgelati per tutti i palati, dal pesce surgelato, agli snack, alle verdure. Per saperne di più seguiteli sui loro canali social Facebook e Instagram. Io ho acquistato i cuori di filetto di merluzzo per realizzare una ricetta interessante. Al sapore naturale e unico dei filetti di merluzzo FRoSTA ho unito dei pomodorini, patate e mandorle a lamelle, ma il vero tocco di gusto sono la menta e i mirtilli freschi. Il risultato delizioso: tutti hanno gradito. Allora? Vi ho convinti? Volete provare a realizzare quest’ottimo piatto? Dai dai, rifacciamolo insieme. Indossate i grembiuli e iniziamo.

 

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 400gr di filetto di merluzzo FRoSTA (5 pezzetti)
  • 1 patata media
  • 6-8 pomodorini
  • 12-16 mirtilli freschi
  • 50 gr mandorle a lamelle
  • foglie di menta fresca q.b.
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

Prendete dal congelatore i cuori di filetto di merluzzo FRoSTA e scartateli. Pulite una patata, pelatela e tagliatela a fettine sottili. Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro. Lavate i mirtilli e delle foglioline di menta fresca. Prendete una terrina da forno, o due se volete fare delle mono porzioni. Cospargete la terrina con il pangrattato e adagiate sul fondo le fettine di patate. Salate leggermente. Sistemate i filetti di merluzzo sulle patate e unite i pomodorini tagliati, salando ancora un po’. Aggiungete i mirtilli, le foglie di menta e le mandorle a lamelle. In ultimo, aggiungete un filo di olio e il piatto è pronto per essere infornato. Cuocete in forno ventilato a 200°C per circa 30-40min. Coprite la terrina con un coperchio. A metà cottura eliminate il coperchio e lasciate dorare. Servire il piatto caldo. Buon appetito. #FRoSTAItalia

Buzzoole

Grano saraceno con verdure aromatizzate all’origano

Caldo, voglia di cucinare zero, ma in qualche modo bisognerà pur alimentarsi. In estate va sempre così, ma non possiamo smettere di cucinare e di creare piatti appetitosi. Cosa preparare allora per rendere il pranzo invitante, leggero, fresco, senza perdere in gusto? Ho pensato di lessare del grano saraceno e di condirlo con zucchine e pomodorini. Per renderli più golosi ho grigliato le verdure in forno condendole con olio e origano. Il tutto mescolato e arricchito da tocchetti di scamorza fresca. Che ne dite? Ho attirato la vostra attenzione? La volete realizzare con me questa ricetta? Forza, iniziamo, indossiamo i grembiuli, cominciamo a cucinare.


Ingredienti per 2 persone:

  • 150gr di grano saraceno
  • 2 zucchine medie
  • 12-16 pomodorini
  • 100gr di scamorza
  • origano q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

Lavate le zucchine e privatele di testa e coda. Lavate i pomodori. Tagliate le zucchine a rondelle e i pomodorini a metà. Prendete una teglia da forno ( anche il piatto del forno stesso va più che bene), foderatela con carta oleata. Sistemate le rondelle di zucchine e i pomodorini rivolti con la parte del taglio verso l’alto. Salate a piacere, cospargete con l’origano e un filo di olio EVO. Cuocete in forno a grill per circa 15 min. Nel frattempo lessiamo il grano saraceno. Lavate il grano più volte sotto acqua corrente, mettetelo in pentola con acqua fredda, e portate a bollore. Cuocete per il tempo riportato sulla confezione, mediamente dai 15 ai 20 minuti. Regolate con sale. Scolate il grano, ponetelo in una coppa, unite un paio di cucchiai di olio, mescolate e tenetelo da parte.

Prendete la scamorza (in alternativa potete usare il formaggio che più vi piace, io ho preferito uno meno stagionato per questo piatto), tagliatela a fette di un centimetro, poi a dadini e tenetelo da parte. Terminata la cottura delle zucchine e dei pomodorini, lasciateli raffreddare a temperatura ambiente. Una volta che il grano e le verdure sono a temperatura ambiente, siamo pronti per comporre il nostro piatto. Unite al grano le zucchine e i pomodori grigliati, la scamorza a dadini. Mescolate il tutto e servite il vostro grano sfizioso in barattoli 4 stagioni. Buon appetito.

Grano saraceno

Trofie con zucchine, gamberetti e pomodorini

Oggi voglia di semplicità, voglia di un piatto semplice che adoro preparare e ancor di più adoro mangiare. Un piatto che sa di estate e che unisce il sapore del mare con quello della nostra amata terra. Zucchine e gamberetti, un classico che non passa mai di moda. Le principesse di casa lo adorano e allora io non posso che accontentarle. Così ho deciso di prepararlo per pranzo. Per renderlo ancora più goloso, ho usato delle trofie fresche e in ultimo una manciata di pepe bianco. Il risultato un tripudio di profumi e sapori unici. Che ve ne sembra? Sono riuscito a catturare la vostra attenzione? Allora che aspettiamo, indossiamo i grembiuli e iniziamo a preparare questo primo.

gamberetti

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 zucchine piccole
  • 400gr di gamberi freschi
  • 6-8 pomodorini di stagione
  • 500gr di trofie fresche
  • 1 spicchio di aglio
  • ¼ bicchiere di vino bianco
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
  • pepe bianco q.b.

 

Procedimento:

Lavate le zucchine e i pomodorini. Tagliate le zucchine a metà, nel verso della lunghezza e poi a rondelle di medio spessore. Dividete i pomodorini in quattro. Pulite i gamberetti, privateli della testa e del carapace e sciacquarli in acqua salata. Rosolate appena uno spicchio di aglio e aggiungete le zucchine. Lasciare rosolare per alcuni minuti a fuoco medio, quindi aggiungete i pomodorini. Cuocete per 5 minuti. Unite i gamberi e sfumate il vino bianco. Terminate la cottura a fuoco medio e regolando con sale e pepe a piacere. Lessate le trofie in abbondante acqua calda salata, scolatele e saltatele in padella con le zucchine e i gamberetti. Servite il piatto ben caldo.

Due consigli per rendere il piatto più goloso. Se vi piace potete tritare del prezzemolo fresco sul piatto prima di servirlo. Oppure potete usare un mix di pepe di diversa natura (nero, verde, bianco) e grattarlo al momento prima di portare il piatto in tavola. Buon appetito.

gamberetti

Crema di verza viola con farro e pomodorini caramellati

Oggi voglio prepararvi qualcosa di particolare. Una crema di verza viola. A farmi venire questa idea sono stati i ragazzi di Foodando. Ora mi direte chi sono costoro? Beh Foodando è un’azienda che vende prodotti genuini e a km zero. Nasce tra Puglia e Basilicata con l’obiettivo di valorizzare il nostro territorio, educare alla sana alimentazione con prodotti a filiera corta e di alta qualità. Vi consiglio di visitare il loro sito per saperne di più e di fare, come me, la spesa di prodotti locali dal loro sito. Tornando alla ricetta di oggi, per valorizzare questo meraviglioso ortaggio fresco e profumato, ho unito alla crema il farro perlato e dei pomodorini caramellati. Allora che ne dite? Vi va di provare a realizzare questo sano e coloratissimo primo piatto? Forza indossate i grembiuli e iniziamo.

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 verze viola piccole
  • 1 mela Golden
  • ¼ di cipolla bianca
  • 2 cucchiai di mascarpone
  • 100gr di farro perlato
  • 6-8 pomodorini di stagione
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di aceto bianco
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

Pulite le verze, privatele del gambo e tagliatele a metà. Tagliate ogni metà a listarelle e ancora a pezzetti. Cuocete la verza a vapore per 15 min. Potete cuocerla in microonde, per lo stesso tempo, ponendola in una coppa con un po’ di acqua e un coperchio forato da microonde. Lavate e sbucciate una mela, tagliatela a tocchetti. Tagliate la cipolla finemente. Rosolate la cipolla e la mela e unite la verza al vapore. Continuate la cottura per 15min. Regolate con il sale. Nel frattempo lessiamo il farro perlato.

Lavate il farro più volte sotto acqua corrente, mettetelo in pentola con acqua fredda, e portate a bollore. Cuocete per il tempo riportato sulla confezione, mediamente dai 20 ai 30 minuti. Regolate con il sale. Scolatelo, ponetelo in una coppa, unite un paio di cucchiai di olio, mescolate e tenetelo da parte. Una volta cotte le verze, mettetele in un boccale insieme a due cucchiai di mascarpone e con l’aiuto di un minipimer a immersione fatene una crema setosa.

Prepariamo i pomodori caramellati. Lavate i pomodorini. In un pentolino, unite un cucchiaio di olio, due di aceto, due di zucchero e lo spicchio d’aglio. Aggiungete i pomodori interi e cuocete a fuoco medio. Girate di tanto in tanto. Terminerete la cottura quando i pomodori si saranno caramellati. Adesso siamo pronti per servire il nostro piatto. Sistemate a specchio, sul fondo del piatto, la crema di verza viola. Adagiate, sulla crema, il farro e decorate con i pomodori caramellati. Buon appetito.

verza viola

Orecchiette con pesce spada e melanzane

Oggi vi propongo un primo interessante, profumato e irresistibile. Durante la spesa settimanale, ero stato attratto dal pesce esposto nel banco pescheria. Come sempre tutto super fresco, ma il mio occhio è caduto su un enorme pesce spada. Sapendo che a casa piace a tutti, ho deciso di comprarne due belle fette, da preparare per cena. Arrivato a casa, mi sono reso conto che avevo esagerato, parliamo di quasi un kg di pesce, un po’ tanto da mangiare tutto insieme, così ne ho messo 250gr da parte per farne un primo il giorno dopo. Ho deciso di accompagnare il pesce spada con le melanzane e i pomodorini e aromatizzarlo con il basilico. Con questo delizioso sughetto ho condito delle orecchiette integrali. Che ne dite? Vi è venuta voglia di provarlo? Allora, indossiamo i grembiuli e prepariamole.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400gr orecchiette fresche integrali
  • 250gr pesce spada
  • 1-2 melanzane
  • 10-14 pomodorini di stagione
  • 1 spicchio di aglio
  • olio EVO q.b.
  • basilico fresco q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

 

pesce spadaProcedimento:

Iniziamo con le verdure. Lavate la melanzana e tagliatela a fette di un centimetro e poi a dadini. Lavate i pomodorini e divideteli in quattro. Private il pesce spada della pelle e tagliatelo a tocchetti. In una padella, rosolate uno spicchio di aglio in olio e aggiungete i dadini di melanzane. Lasciate cuocere per 10min a fuoco medio. Unite i pomodorini e continuate la cottura. Regolate con poco sale. Aggiungete i tocchetti di pesce spada. Cuocere per 5-10min. Unite, sempre il pesce per ultimo, perchè non va cotto per molto. Terminata la cottura, aggiungete il basilico tagliato di fresco. Lessate le orecchiette in abbondante acqua calda salata, scolatele e saltatele in padella con le melanzane e il pesce spada. Servite il piatto ben caldo. Se di vostro gradimento, aggiungete una bella manciata di pepe nero grattugiato di fresco. Buon appetito.

Baccalà con patate, olive, uvetta e mandorle

Baccalà: ti adoro. Oggi avevo proprio voglia di baccalà. A voi piace? Io ne vado pazzo, e non solo io in famiglia, ne siamo tutti ghiotti. Oggi però lo volevo sfizioso, goloso e che potesse essere un ottimo piatto unico. Così, ho deciso di unire le patate e i pomodorini. Per dargli più sapore ho unito le olive nere. Per dargli dolcezza ho aggiunto l’uva passa. Infine per dargli un tocco croccante ho unito le mandorle. Il tutto in un mix di sapori davvero ben dosati. Il risultato delizioso: tutti hanno gradito. Allora? Vi ho convinti? Volete provare a realizzare quest’ottimo piatto? Dai dai, rifacciamolo insieme. Indossate i grembiuli.

Ingredienti per 4 persone:

  • filetto di baccalà sotto sale (8 pezzetti)
  • 3-4 patate media
  • 6-8 pomodorini
  • 3 cucchiai di uva passa
  • 3 cucchiai olive nere
  • 100 gr mandorle a lamelle
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

L’unica difficoltà sta nel metterlo a bagno per tre giorni. Io non lo compro mai già ammollato, preferisco sempre farlo io. Durante l’ammollo, vi consiglio di cambiare l’acqua almeno due volte al dì. Io lo pongo in un contenitore con coperchio e lo metto in frigo. Una volta trascorso il tempo, il baccalà si sarà reidratato e avrà perso gran parte del sale. A questo punto non ci resta che cuocerlo. Pulite le patate, pelatele e tagliatele a tocchetti. Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro. Ponete patate e pomodori in una coppa, aggiungete tre cucchiai di olive e tre di uva passa. Mescolate. Unite metà delle mandorle e un pizzico di sale (non esagerate) e amalgamate.

Sciacquate e strizzate il baccalà. Se troppo grandi tagliate i pezzi. Prendete una pirofila da forno. Mettete metà del mix di patate, pomodori, uva, olive e mandorle sul fondo della pirofila. Adagiate su il baccalà e ricoprite con l’altra metà del mix. Unite un bicchiere di acqua e dell’olio. Cospargete la superficie con le restanti mandorle a scaglie. Cuocete in forno ventilato a 220°C per circa 40-50min. Coprite la pirofila con un coperchio. Solo a fine cottura eliminate il coperchio e lasciate dorare. Servire il piatto caldo. Buon appetito.

baccalà

Tagliatelle con funghi cardoncelli

Autunno, Puglia, funghi. Io adoro i funghi e da un anno a questa parte anche la piccola aiutante chef, Gaia, ne va matta. Li ho visti dal fruttivendolo e me ne sono innamorato. Ho comprato i funghi cardoncelli, tipici della nostra regione, in particolare dell’alta murgia pugliese. Oggi ne prepariamo un primo semplice, veloce, ricco di gusto. Che ne dite? Le prepariamo insieme queste tagliatelle? Credetemi ci metteremo pochi minuti ma il risultato sarà un piatto davvero gustoso. Forza iniziamo.

image1(3)

Ingredienti per 4 persone:

  • 400gr di funghi cardoncelli freschi
  • 400gr di tagliatelle fresche o secche
  • 8 pomodorini di stagione
  • 1 spicchio di aglio
  • ¼ bicchiere di vino bianco
  • olio EVO q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.

 

image1(4)Procedimento:

Lavare i funghi cardoncelli e i pomodorini. Tagliare i funghi a listarelle e i pomodorini in quattro. In una padella, tipo wok, rosolare appena lo spicchio d’aglio (diviso in due e privato del cuore per renderlo più digeribile) in olio. Aggiungere i funghi cardoncelli. Cuocere a fuoco medio-alto, facendo evaporare un po’ l’acqua contenuta nei funghi, quindi aggiungere il vino bianco. Lasciare evaporare a fuoco alto e unire i pomodorini. Regolare con sale e continuare la cottura. Al termine aggiungere il prezzemolo tritato di fresco. Lessare le tagliatelle in abbondante acqua calda salata, scolarle e saltarle in padella con i funghi. Servire il piatto ben caldo con l’aggiunta di altro prezzemolo tritato. Buon appetito.

tagliatelle