Troccoli alla carbonara con carciofi

Per la serie, mai fare una ricetta così com’è, ma mettici il tuo tocco sempre. Oggi vi propongo un classico della cucina italiana, romana: la pasta alla carbonara. Così come avevo dato il mio tocco personale alla cacio & pepe, oggi voglio darlo alla pasta alla carbonara. Ho aggiunto un ingrediente che in famiglia adoriamo: i carciofi. Credetemi se vi dico che questi troccoli sono sorprendenti. Nella sua semplicità questo primo racchiude un mix di sapori unici. Allora? Che ne pensate? Vogliamo realizzarla insieme? Indossiamo i grembiuli e iniziamo.

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 200gr di Troccoli freschi
  • 150 gr di pancetta affumicata
  • 2 uova fresche
  • 1 cucchiaio di parmigiano
  • 2 cucchiai di pecorino romano
  • 4 carciofi
  • ¼ di cipolla
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero macinato fresco q.b.
  • 1 limone

 

Procedimento:

Lavate e mondate i carciofi. Una volta puliti eliminate le punte e passateli con mezzo limone per evitare che si anneriscano. Poneteli in una coppa piena d’acqua e succo di un limone. Prendete i carciofi, tagliateli a metà, e ancora a fettine sottili. Rosolate la cipolla tagliata finemente, aggiungete i carciofi e cuocere a fuoco medio. Durante la cottura, aggiungete un po’ di acqua calda in modo che i carciofi si cuociano prima e senza seccarsi troppo, devono restare umidi. Regolate con poco sale e terminate la cottura. Prendete la pancetta, tagliatela a cubetti non troppo piccoli. Rosolate la pancetta in una padella con un filo di olio. Al termine della cottura unite i carciofi.

Lessate i troccoli in abbondante acqua salata. Mentre i troccoli si cuociono, sbattete due uova insieme a due cucchiai di pecorino e uno di parmigiano. Scolate i troccoli e uniteli alla pancetta e ai carciofi. Spadellate a fiamma viva e unite le uova sbattute. Mescolate e amalgamate fino a che l’uovo non si rapprenda un po’. Servite il piatto con una spolverata di pepe nero grattato di fresco. Buon appetito.

Troccoli

Polpette croccanti di pollo e zucca

Polpette: trovatemi una persona al mondo che non ne vada pazzo. Tonde, piccole, medie, profumate, croccanti, tenere, adorabili polpette. Di tutti i tipi sono buone: di carne, di pane, di melanzane, di zucchine, di legumi. Oggi ne avevo voglia, ma non delle solite, volevo creare una polpetta sfiziosa. Ho preso del petto di pollo, della zucca, un po’ di fantasia e il gioco è fatto. Un mix perfetto per una polpetta golosa. Sono riuscito a farle mangiare a Gaia, la mia piccola assistente. Le ha divorate. Siete pronti a realizzarle? Allora mettete il grembiule e iniziamo subito. Credetemi, non ve ne pentirete, anzi non riuscirete a non mangiarle una dopo l’altra.

img_9503

Ingredienti:

  • 250gr di petto di pollo
  • 250gr di zucca
  • 100gr di pancetta affumicata
  • 2 uova
  • formaggio grattugiato q.b.
  • pane grattugiato q.b.
  • sale q.b.
  • semi di zucca q.b.
  • olio EVO q.b.
  • olio di semi di mais q.b.

 

img_9498Procedimento:

Prendete la zucca, privatela di semi e scorza. Tagliatela a tocchetti e ponetela in microonde. Cuocetela per 10min. Una volta cotta, frullatela grossolanamente e tenetela da parte. Prendete il petto di pollo e cuocetelo in padella con un filo d’olio. Regolate con sale e terminate la cottura. Una volta pronto, frullate grossolanamente e unite alla zucca. Sbattete due uova con 3-4 cucchiai di formaggio grattugiato, unite la zucca, il pollo, la pancetta a dadini, e 3-4 cucchiai di pangrattato. Amalgamate il tutto fino a ottenere un composto ne troppo duro ne troppo morbido.

Siamo pronti per creare le nostre polpette. Prendete un cucchiaio di composto e fatene una palla tra le mani. Passatelo nel pangrattato e semi di zucca. Ripetete l’operazione con tutto l’impasto che avete. Friggete le polpette create in olio di semi di mais. Abbiate cura di girarle spesso. Scolate le polpette ed eliminate l’eccesso di olio con la carta assorbente. Servite tiepide. Buon divertimento.

polpette

Crema di ceci con orzo e pancetta croccante

Erano giorni che avevo voglia di crema di ceci. Io adoro i ceci, sono il mio legume preferito. Fin da piccolo ne sono sempre andato ghiotto. Anche mia figlia Gaia li adora, come me li mangerebbe spesso. Però non volevo la solita ricetta, allora mentre lo mettevo in ammollo, per lasciare che si reidratassero tutta la notte, ho pensato a questa sfiziosa ricetta che vi vado a presentare. Orzo perlato, saltato in padella con pancetta affumicata e rosmarino, servito su una delicata e invitante crema di ceci. Che ne dite? Vi assicuro che non resisterete. Pensate che anche mia moglie e Gaia erano scettiche all’inizio, ma vi assicuro che ho conquistato anche loro. Allora? La volete realizzare con me questa ricetta? Forza, iniziamo.

image2(1)

Ingredienti per 2 persone:

  • 120 gr di orzo
  • 50 gr di pancetta affumicata
  • 250 gr di ceci secchi
  • sedano q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 6 pomodorini di stagione
  • rosmarino q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

 

image5(1)Procedimento:

Mettete i ceci in ammollo per tutta la notte. La mattina dopo eliminate l’acqua e aggiungetene altra fresca. Io ho cotto in ceci in pentola a pressione per fare prima. Ponete in ceci nella pentola, lasciate che inizino a bollire, eliminate la schiuma che si forma. Una volta tolta tutta, condite i ceci con uno spicchio di aglio in camicia, dei pomodorini, qualche pezzo di crosta di sedano e sale a piacere. Chiudete la pentola a pressione e dopo il fischio calcolate circa 30-40 min. Nel frattempo lessiamo l’orzo. Lavate l’orzo più volte sotto acqua corrente, mettetelo in pentola con acqua fredda e portate a bollore. Cuocete per il tempo riportato sulla confezione dell’orzo. Scolatelo e tenetelo da parte. Una volta cotti i ceci, metteteli in un boccale insieme a un filo d’olio e con l’aiuto di un minipimer a immersione fatene una crema setosa. Prendete la pancetta, tagliatela a dadini piccoli e rendetela scoccante in padella con un filo di olio e del rosmarino fresco. Unite l’orzo e lasciate insaporire alcuni minuti. Siamo pronti per servire il nostro piatto. Sistemate sul fondo la crema di ceci, adagiate su un mestolo di orzo e decorate con del rosmarino fresco. Buon appetito.

crema di ceci

Strozzapreti con melanzane, pancetta affumicata e pomodorini

Oggi vi propongo una ricetta facile, veloce e gustosa: melanzane e pancetta. Una delle prime ricette sperimentate ai tempi dell’università ma sempre ottima da proporre. Ero solito prepararla quando avevamo una cena tra colleghi e amici di università e non ha mai deluso nessuno. La sua semplicità, la velocità nella sua realizzazione la rendono una ricetta davvero pratica. Un mix di sapori unici, il dolce e cremoso della melanzana, il deciso e profumato della pancetta affumicata. Se a questo si aggiunge una pasta fresca di ottima qualità (io ho usato gli strozzapreti del pastificio Maffei), il risultato è fenomenale. I vostri commensali vi ringrazieranno e vi chiederanno il bis, fidatevi. Allora? vi ho convinti? Proviamola insieme. Rimboccatevi le maniche e cominciamo.

image2(3)

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 melanzane piccole
  • 250gr di pancetta affumicata
  • 500gr di strozzapreti freschi
  • 8-10 pomodorini
  • ¼ di cipolla bianca
  • ¼ bicchiere di vino bianco
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b.

 

image4(1)Procedimento:

Lavate le melanzane e i pomodorini. Tagliate le melanzane a dadini e i pomodorini in quattro. Togliete la cotica alla pancetta e tagliatela a dadini. In una padella, rosolare la cipolla, tagliata finemente. Aggiungete i dadini di pancetta, rosolare a fuoco medio. Versate il vino bianco e lasciate evaporare. Unite le melanzane e cuocete a fuoco medio. Infine aggiungete i pomodorini, regolate con sale e pepe e terminate la cottura. Lessate gli strozzapreti freschi in abbondante acqua calda salata, scolateli e saltateli in padella con il sughetto. Servite il piatto caldo. Buon appetito. Fatemi sapere poi cosa ne pensate e se è piaciuta ai vostri commensali. Una nota di redazione, io preferisco non aggiungere il formaggio grattugiato su questo primo piatto perchè mi piace sentire i vari profumi senza ulteriori ingredienti. Questo non toglie nulla però alla possibilità di aggiungervi una spolverata di parmigiano reggiano o di pecorino romano se lo desiderate.

Strozzapreti

Orecchiette funghi e pancetta su crema di zucca

Oggi vi propongo un primo da leccarvi i baffi. Avevo voglia di funghi ma in una ricetta diversa. Allora ho pensato di unirli con la pancetta e di amalgamare la pasta con una crema di zucca. E quale pasta migliore c’è nella mia amata Puglia se non le orecchiette fresche? Vi assicuro che il risultato è sorprendente. Che ne dite? Vi alletta l’idea? Allora pronti con i grembiuli e iniziamo a spadellare.

image3(1)

Ingredienti per 4 persone:

  • 300gr di funghi cardoncelli freschi
  • 20gr di funghi porcini secchi
  • 250gr di pancetta affumicata
  • 400gr di orecchiette fresche
  • 500gr di zucca
  • ¼ di cipolla bianca
  • ¼ bicchiere di vino bianco
  • olio EVO q.b.
  • burro q.b.
  • sale q.b.

image2(1)Procedimento:

Mettete a bagno i funghi porcini in acqua tiepida per 10 min. Lavate e tagliate i funghi cardoncelli. Tagliate la pancetta a dadini. In una padella, rosolate la cipolla in olio EVO. Aggiungete i dadini di pancetta e rosolate a fuoco medio. Unite i funghi cardoncelli e i porcini ammollati e tagliati a pezzetti. Cuocere a fuoco medio. Fate evaporare l’acqua contenuta nei funghi, quindi sfumate con il vino. Tagliate la zucca a dadini piccoli e cucinatela in padella con un pezzetto di burro. Regolate con sale e terminate la cottura a fuoco medio. Una volta cotta, ponete la zucca in un boccale e con l’uso di un minipimer a immersione fatene una crema. Lessate le orecchiette in abbondante acqua calda salata, scolarle e saltarle in padella con il sughetto di funghi e pancetta. Aggiungete una parte della crema di zucca e continuate a saltare in padella. Servite le orecchiette sistemandole su un letto di crema di zucca. Buon appetito. Pensate ho realizzato questo piatto in un pranzo con la famiglia al completo e non ho trovato un commensale a cui non sia piaciuto e che non mi abbia chiesto come poterlo rifare a casa. Dovrà pur dure qualcosa questo, no?

orecchiette

 

Sformato di cavolo

Oggi vi propongo una maniera differente di mangiare il cavolo. A molti i cavoli non piacciono soprattutto per il loro forte odore durante la cottura. Il cavolo però è davvero un ortaggio ottimo e versatile. Oggi ve lo propongo in veste di sformato, un po’ più ricco di gusto che non mangiarlo lesso. Volete provarlo con me?

image

Ingredienti:

  • 1 cavolo verde
  • 60gr formaggio grattugiato a scelta
  • 100-200mL di besciamella
  • 100gr di pancetta affumicata

imageProcedimento:

Pulire e lavare il cavolo, lessarlo in abbondante acqua salata (io ho usato il cavolo verde, lo trovo più gustoso, ma in alternativa potete usare quello che trovate dal fruttivendolo). Scolarlo ancora tenuto. Preparare la besciamella. Una volta pronta, aggiungerne metà nella coppa dei cavoli, unire il formaggio e la pancetta a dadini e amalgamare gli ingredienti. Prendere una pirofila da forno o delle terrine monoporzione, mettere sul un paio di cucchiai di besciamella, disporre gli ingredienti amalgamati, ricoprire con la restante besciamella. Cuocere a 200°C in forno ventilato per 10-15min. Lasciare riposare per 15min prima di servire. Buon appetito.

image

Tortiglioni Kamut con cavoli e pancetta

Oggi vi propongo, una ricetta veloce, una rivisitazione di una ricetta delle mie parti: la pasta con i cavoli. La ricetta originale prevede di saltare il tutto olio forte e l’aglio, io ve la propongo senza l’aglio e con un ingrediente gustosissimo: la pancetta affumicata.

image

Ingredienti:

  • 200gr di tortiglioni Kamut trafilati al bronzo
  • 2 cavoli verdi piccoli (o uno grande)
  • 150gr di pancetta affumicata
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Lavare i cavoli e tagliarli a pezzetti. Togliere la cotica alla pancetta e tagliarla a listarelle. Lessare il cavolo in acqua calda salata, dopo circa 5min aggiungere i tortiglioni e terminare la cottura. In una padella, tipo wok, rosolare la pancetta in olio extravergine di oliva. Scolare la pasta e i cavoli e saltarli in padella con la pancetta. Servire il piatto caldo. Buon appetito.

Quiche di zucca e pancetta

Quello che vi propongo oggi ha ancora come ingrediente principale la zucca. Questo è l’anno della zucca, ogni occasione è buona per inserirla in una ricetta. Cosa vi preparo oggi? Una quiche speciale.

image

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta briseè
  • 700gr di zucca pulita
  • 150gr di pancetta affumicata
  • 125gr di mozzarella
  • 3-4 cucchiai di parmigiano reggiano
  • 3 uova
  • semi di zucca q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Pulire la zucca, tagliarla a dadini, metterla in una coppa e cuocerla al vapore in microonde per 10-12min. Una volta cotta, schiacciarla con una forchetta per sminuzzarla. Salare la zucca e aggiungere il formaggio grattugiato. Unire la pancetta e la mozzarella tagliate a dadini e mescolare. In una terrina, rompere le uova e sbatterle con un pizzico di sale e un cucchiaio di parmigiano. Prendere una teglia da forno, stendere all’interno la pasta briseè sulla carta oleata. Versare il composto all’interno, livellarlo con un cucchiaio e unire le uova sbattute. Cospargere la superficie con i semi di zucca e cuocere in forno a 180°C per circa 20-25min. Servire la quiche tiepida. Buon divertimento e buon appetito.

image