Tartare di tonno con arancia, capperi e uva passa

Non sono mai stato un amante del pesce crudo da ragazzo, ma negli ultimi anni le cose sono cambiate. Da quando ho scoperto la mia passione per il ristorante giapponese, il mondo non è più lo stesso. Una scoperta che davvero ha cambiato il mio approccio con il pesce, o almeno con alcuni tipi di pesce che ho sempre mangiato, cotti. Il tonno per esempio è uno di questi. Oggi avevo proprio voglia di tartare. Pur preferendo la tartare di salmone, oggi era quella di tonno che il mio stomaco reclamava.

A casa non la mangia nessuno, solo io, ma questo non è un problema, ne mangio una dose doppia. Ho pensato come renderla interessante. Ho unito il dolce delI’uva passa al dolce-aspro dell’arancia e alla sapidità dei capperi. Il tutto accompagnato dal piccantino di filamenti di peperoncino. Il risultato? Beh, me lo dovete dire voi. A me è piaciuta moltissimo. La prepariamo insieme?

 

Ingredienti 2 persone:

  • 200gr Sashimi di tonno
  • 1 arancia
  • 1 scorza di un’arancia
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 cucchiaio di uva passa
  • olio EVO q.b.
  • peperoncino di filamenti q.b.

 

Procedimento:

Prendete il Sashimi di tonno, tagliatelo a fette di mezzo centimetro. Tagliate le fette di tonno in due, quindi a dadini. Ponetelo in una terrina. Lavate bene un’arancia, asciugatela. Grattugiate la scorza dell’arancia sui tocchetti di tonno. Sbucciate l’arancia, privatela della parte bianca e del centro. Tagliatela a tocchetti piccoli e unitela al tonno. Prendete un cucchiaio di capperi, sciacquateli per eliminare l’eccesso di sale e aggiungeteli nella terrina. Unite un cucchiaio abbondante di uva passa. Aggiungete un cucchiaio di olio EVO e amalgamate il tutto. La nostra tartare di tonno è pronta per essere servita. Ponete su un piatto un coppapasta e metteteci dentro metà della tartare. Compattate il tutto, eliminate il coppapasta e decorate con dei filamenti di peperoncino. Ripetete l’operazione con la restante parte della tartare. A questo punto non resta che mangiarla. Buon appetito.

tonno

Quinoa con mix di verdure e semi tostati

Oggi avevo voglia di quinoa. A me piace moltissimo e la trovo un’ottima alternativa alla pasta o al riso. Ancora di più la amo con le verdure saltate. Avevo fatto la spesa e avevo un po’ di verdure da consumare così ho pensato di unirle tutte in un mix profumato e invitante. Per rendere più goloso il piatto ho aromatizzato le verdure con il rosmarino e ci ho aggiunto i semi zucca e girasole tostati. Cosa ne dite? Vi va di provarla insieme con me? Su, diamoci da fare e prepariamola insieme. Vi assicuro che il risultato vi piacerà. Un piatto leggero, gustoso, e colorato.

img_9440

Ingredienti per 2 persone:

  • 150gr di quinoa
  • 1 zucchina
  • ½ melanzana
  • ½ peperone rosso
  • ½ peperone giallo
  • 5 funghi cardoncelli
  • 5-6 pomodorini
  • 1 carota
  • ¼ di cipolla
  • semi di girasole q.b.
  • semi di zucca q.b.
  • rosmarino q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

 

quinoaProcedimento:

Lavate la zucchina e la melanzana. Tagliate la melanzana a cubetti e la zucchina a mezze lune. Lavate, pelate e tagliate a julienne la carota. Lavate i peperoni e privateli dei semi della parte bianca. Tagliateli a pezzetti. Pulite e lavate i funghi e tagliateli a tocchetti. Lavate i pomodorini e tagliateli in due. Rosolate la cipolla e unite i peperoni. Cuocete per qualche minuto quindi unite le melanzane e i funghi. Mescolate e cuocete per 5 min quindi aggiungete le carote e le zucchine. In ultimo unite i pomodorini e regloate con sale e rosmarino.

Lessiamo la quinoa. Portate a ebollizione l’acqua e la quinoa insieme. Cuocere, seguendo il tempo di cottura riportato sulla confezione (15 min circa) o fino a che la quinoa non raddoppia di volume. Scolate e unite la quinoa alle verdure. Lasciate insaporire. Tostate i semi di zucca e di girasole per qualche minuto. Servite la quinoa calda con una manciata di semi tostati. Buon appetito.

img_9441

Kamut, amore e fantasia

Oggi avevo voglia di un piatto fresco che mi ricordasse l’estate, anche se siamo in autunno. Ho aperto la dispensa è ho trovato il kamut in grani, lo avevo comprato e ma ancora non usato. Allora ho pensato di farne una bella insalata, golosa e leggera. Ottima per un pranzo in ufficio, come l’ho gustata io. Ma ottima anche come finger food. Per un buffet al volo, un aperitivo, apericena, o un apricena. Insomma ottima sempre. Ci ho messo dentro un pò di roba e tanta fantasia. Quasi come se dovessi svotare il frigo, anche se così non è stato. Pomodori, avocado, carote, capperi e cubetti di scamorza affumicata. Beh, credo possa bastare, no? Cosa ne dite? Vi va di provarla insieme con me? Dai che non ci mettiamo nulla a farla.

image1(1)

Ingredienti per 4 persone:

  • 250gr di kamut
  • 100gr di pomodorini
  • 1 avocado
  • 2-3 carote
  • 100gr di scamorza affumicata
  • olio EVO q.b.
  • capperi q.b.
  • ½ limone
  • sale q.b.

image2(2)Procedimento:

Portate a ebollizione abbondante acqua. Salatela e immergete i grani di kamut. Cuocete, seguendo il tempo di cottura del kamut. Scolate, riponete in una coppa e lasciate raffreddare. Lavate e pelate le carote. Con una grattugia, tagliatele alla julienne. Lavate e tagliate in due i pomodorini. Pulite l’avocado, privatelo del nocciolo e tagliatelo a dadini. Aggiungete il succo di mezzo limone per evitare che si ossidi. Prendete a scamorza affumicata, tagliatela a tocchetti. Siamo pronti per la nostra insalata di kamut. Unite i pomodorini, le carote, l’avocado, la scamorza affumicata, i capperi e un paio di cucchiai di olio EVO. Mescolate e lasciate insaporire. Servitelo a temperatura ambiente. Buon appetito.

kamut

Polpo su crema di avocado e capperi

Stanchi del solito secondo? Stanchi del solito modo di prepararli? Beh oggi vi propongo un secondo da leccarsi i baffi. Una maniera diversa di preparare e servire il polpo: lesso servito su crema di avocado, capperi e limone. La particolarità sta proprio nelle crema che accompagna questo secondo piatto. Una crema golosa e densa grazie all’avocado, aspra al punto giusto grazie al limone e sapida grazie ai capperi. Provatelo, non ne resterete delusi. Vi va di preparare insieme questo piatto? Lo realizziamo in pochissimo tempo. Rimbocchiamoci le maniche e indossiamo i grembiuli.

avocado

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 polpo fresco (mezzo kg)
  • 20 grani di pepe verde
  • 1 spicchio di aglio
  • ½ avocado
  • 1 cucchiaio di capperi
  • ½ limone
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

image1(2)Procedimento:

Pulite il polpo (se non lo fa per voi il vostro pescivendolo di fiducia) e sciacquateli sotto acqua corrente. In una pentola a pressione, mettere il polpo, uno spicchio di aglio, i grani di pepe verde e 5 bicchieri di acqua. Cuocere per 15 min dopo il fischio. Una volta trascorso il tempo, aprite la pentola e lasciate raffreddare il polpo. Prepariamo la crema di avocado. Pulite e private della scorza metà avocado. Tagliatelo a pezzetti e ponetelo in un boccale. Aggiungete il succo di mezzo limone, un filo di olio EVO e un cucchiaio di capperi. Frullate con un minipimer a immersione. Se la crema vi sembra troppo densa, allungatela con una tazzina di acqua. Una volta a temperatura ambiente, tagliate il polpo. Siamo pronti per servire il nostro secondo. Ponete la crema di avocado sul fondo del piatto, sistemate su di essa il polpo, i capperi e 3-4 pomodorini per dare colore. Buon appetito. Sono certo che i vostri commensali vi chiederanno il bis. Piccola nota: potete servire il piatto con la crema di avocado a temperatura ambiente e il polpo o tiepido oppure anch’esso a temperatura ambiente.

avocado

Melanzane a listarelle

Oggi vi propongo un contorno sfizioso, ricco di sapore, facile da preparare. Melanzane a listarelle, dalle mie parti le chiamiamo “melanzane a funghetti”. Vi assicuro che sono un ottimo contorno. Lo prepariamo?

image

Ingredienti:

  • 2 melanzane
  • 5-6 pomodorini di stagione
  • 1 spicchio di aglio
  • olio EVO q.b.
  • olive verdi q.b.
  • capperi q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Lavare le melanzane e i pomodorini. Tagliare le melanzane a listarelle e i pomodorini in quattro. In una padella, tipo wok, rosolare uno spicchio di aglio in olio, aggiungere le melanzane e lasciare che si rosolino a fuoco medio-alto. A metà cottura aggiungere pomodorini tagliati. Unire i capperi e le olive private del nocciolo. Regolare con sale e terminare la cottura a fuoco medio. Il piatto può essere servito caldo o a temperatura ambiente, come più lo gradite. Può essere un ottimo contorno per carni rosse o può essere mangiato come piatto unico, magari su una fetta di pane casereccio, cotto in forno a legna, tipico della mia Puglia.

Spaghetti al volo con gusto

Oggi vi propongo un piatto veloce ma veramente ricco di gusto. Il tempo necessario per prepararlo è quello che richiede la cottura della pasta. Due spaghetti veloci veloci con pomodori, capperi, olive e acciughe.

image

Ingredienti per 2 persone:

  • 12-14 pomodorini di stagione
  • 200gr di spaghetti
  • 1 spicchio di aglio
  • olive nere q.b.
  • capperi q.b.
  • acciughe sott’olio q.b.
  • ½ peperoncino fresco
  • pangrattato q.b.
  • olio EVO q.b.
  • sale q.b.

Procedimento:

Lavare i pomodorini e dividerli in quattro. In una padella, rosolare uno spicchio di aglio in olio extravergine di oliva insieme al peperoncino. Aggiungere i pomodorini. Dopo alcuni minuti unire le olive e i capperi. Terminare la cottura a fuoco medio e regolare con salare. Al termine della cottura aggiungere due cucchiai di pangrattato. Nel frattempo, lessare gli spaghetti in abbondante acqua calda salata, scolarli e saltarli in padella con il sughetto. Servire con il piatto con delle acciughe sott’olio. In alternativa, potete unire le acciughe in fase di cottura, insieme alle olive e ai capperi. Buon appetito.

Seppie ripiene

Ingredienti:

  • 4 seppie
  • mollica di pane raffermo
  • 6 pomodorini di stagione
  • 1 spicchio di aglio
  • olive nere q.b.
  • capperi q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Procedimento:

Pulire le seppie (se non lo fa per voi il vostro pescivendolo di fiducia) e sciacquarle sotto abbondante acqua corrente. Prendere il pane raffermo, eliminare la crosta e sbriciolare la mollica a mano o con l’aiuto di un mixer da cucina dotato di lame. Lavare dei pomodorini di stagione e tagliarli a pezzetti piuttosto piccoli. In una coppa mescolare il pane, i pomodorini, le olive nere, i capperi, dell’aglio finemente tritato e del prezzemolo tritato. Aggiungere un filo di olio extravergine di oliva e regolare a piacere con sale e pepe. Riempire le seppie con il composto appena ottenuto, sistemarle in una teglia antiaderente, aggiungere un filo d’olio e cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 30-40min. Servire il piatto ben caldo, magari accompagnato da un ottimo vino bianco.

Seppie in casseruola

Ingredienti per 2 persone:

  • 3-4 seppie
  • 6-8 pomodorini di stagione
  • 1 spicchio di aglio
  • olive nere q.b.
  • capperi q.b.
  • ¼ vino bianco
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

 

Procedimento:

Pulire le seppie, sciacquarle sotto abbondante acqua corrente e tagliarle a listarelle. In una padella, tipo wok, rosolare appena uno spicchio di aglio in olio extravergine di oliva, aggiungere le seppie. Cuocere a fuoco medio, lasciando evaporare l’acqua contenuta nelle seppie. Aggiungere del vino bianco e lasciare evaporare a fuoco medio per alcuni minuti. Lavare e tagliare i pomodorini, aggiungerli alle seppie insieme alle olive e ai capperi. Terminare la cottura a fuoco medio, regolando con sale e pepe. Servire il piatto caldo, magari accompagnati da crostini di pane bianco.