Ciao ragazzi, eccomi qui a proporvi la prima ricetta del nuovo anno, sperando sia davvero un nuovo e appassionante anno. Oggi voglio proporvi un lievitato. Chi mi segue e mi conosce da tempo sa che amo i lievitati, mi affascinano, amo lederli crescere e prendere forma. Sono bellissimi. Facciamo insieme un pane alla barbabietola rossa e noci. Questo pane ricorda più un panbauletto, a metà tra un pane classico e un panbrioche. Ottimo per accompagnare le vostre colazioni, dolci o salate, perfetto per gli spuntini di metà giornata, delizioso con le preparazioni salate. Credetemi realizzarlo sarà facile e soprattutto mangiarlo vi riempirà il cuore. Pronti? Io il grembiule lo indosso già, e voi? Iniziamo.

 

pane

 

Ingredienti:

per l’impasto:

  • 750 g di farina Manitoba
  • 240 g di milk roux
  • 200 g di barbabietola rossa
  • 180 g di latte
  • 60 g di miele
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 200 g di noci sgusciate
  • 15 g di sale

 

per il milk roux:

  • 200 gr di latte
  • 40 gr di farina Manitoba

 

per la decorazione:

  • farina Manitoba q.b.
  • lametta da barba

 

 

paneProcedimento:

Iniziamo dal preimpasto: il milk roux, originario dei paesi orientali, consente di ottenere impasti soffici e ben lievitati. Quindi lo usaimo per ottenere un pane soffice e morbidissimo. Mescolate il latte e la farina con un frustino evitando la formazione di grumi. Ponete il pentolino sul gas e cuocete il tutto a fiamma bassa fino a ottenere una crema densa e lucida che si stacca dalle pareti. La temperatura non deve superare i 65 °C. Sposta il milk roux in una ciotola, copri con la pellicola e lascialo raffreddare. Ponetela ciotola in frigo, il milk roux deve essere freddo al momento di utilizzarlo. Io lo preparo la sera prima e lo lascio in frigo tutta la notte. In alternativa preparatelo la mattina presto e ponetelo a raffreddare in frigo per 1 ora almeno.

Prepariamo la purea di barbabietola rossa. Io ho usato quelle già lessate che trovate sottovuoto in ogni supermercato o fruttivendolo. Tagliate la barbabietola a tocchetti e ponetela in un boccale e frullate con l’aiuto di un minipimer a immersione. Una volta frullata lasciate in frigo fino all’uso. Passiamo alle noci. Io avevo quelle che mi ha regalato il mio amico Christian provenienti dal suo albero per cui ho dovute sgusciarle, voi potete usare quelle già sgusciate. Pesatele e tritatele grossolanamente con un mix o al coltello. Siamo pronti per iniziare.

 

Il giorno dopo o dopo un’oretta buona dal milk roux, iniziate a impastare. Io ho usato un robot da cucina ma il tutto può essere fatto anche a mano. Pesate la farina Manitoba, unite il miele, il lievito sbriciolato, e il sale. Impastate per qualche minuto. A questo punto unite la purea di barbabietola, il latte, e il milk roux freddo. Impastate per almeno 10 minuti. Una volta terminato, ponete l’impasto in una ciotola coperta con un canovaccio e lasciate lievitare in un luogo asciutto e non freddo fino al raddoppio della massa, ci vorranno circa 3 ore.

 

pane

 

Terminata la prima di tre lievitazioni, dividete l’impasto esattamente pesato un tre parti. Fate delle pieghe di rinforzo e pirlate l’impasto fino a ottenere delle sfere. Lasciate lievitare su un tavoliere infarinato per 1 ora, coperte da un canovaccio. Considerata la temperatura invernale potrebbe volerci un po’ di più, regolatevi voi. L’impasto raddoppierà ancora. Trascorso il tempo sgonfiate le palle, ripiegate la massa su se stessa e pirlate l’impasto. Ripetete l’operazione per tutte e tre le palle. Avete due possibilità: o create tre pagnotte tonde o come me siate creativi.

 

Io ho lasciato una palla da parte per farne una pagnotta. Le altre due le ho stese, con le mani per farne due salsicciotti di circa 30-40 centimetri. Una volta creati i rotolini li ho intrecciati e li ho sistemati in uno stampo a cassetta per plumcake imburrato e infarinato. La pagnotta l’ho sistemata su carta da forno. Ricoprite le vostre creazioni con un canovaccio e lasciate lievitare per 1 ora o qualcosa in più anche 2 ore. Siamo all’ultima lievitazione. Terminato il tempo di lievitazione avete due possibilità: spennellate la superficie con del latte e infornate o decorate il pane come ho fatto io.

Vi servirà una lametta da barbiere e un filo di cotone. Decoriamo la pagnotta. Infarinate la superficie del pane con un po’ di farina e distribuitela con le mani. Quindi applicate una leggera pressione con il filo di cotone a formare una croce. Passiamo ai tagli decorativo con la lametta, Fate attenzione. Io ho un supporto che permette di lavorare in sicurezza. Su ogni lato della croce applicate dei piccoli tagli dal centro della pagnotta verso il basso a creare una specie di spiga. Ripetere l’operazione su ogni lato. Potete fare la stessa cosa anche sulla treccia.

 

Infornate a 180 °C in forno statico per 50 minuti circa o fino a doratura desiderata. Controllate che l’interno sia asciutto e cotto usando uno stuzzicadenti lungo. Sfornate e lasciate raffreddate. Servite tiepido o a temperatura ambiente. Considerato il basso contenuto di zucchero, o meglio di miele, il pane si presta bene sia per accompagnare preparazioni salate o dolci. Buon divertimento.

 

pane

Pin It on Pinterest

Share This