Hamburger di quinoa e spinaci

Secondi piatti, per me sempre un problema. Non essendo un amante della carne ve ne propongo sempre pochi. Però, vi propongo delle valide alternative ai soliti secondi. Oggi vado a proporvi degli hamburger, non di carne però ma di quinoa e spinaci freschi. Credetemi se vi dico che sono deliziosi. Anche la piccola principessa di casa, Gaia, li ha apprezzati molto. Sono leggeri e sfiziosi e si prestano bene a essere mangiati al piatto o all’interno di un bel panino, come da tradizionale hamburger. Allora che ne dite? Vi va di provare a realizzare questo golosissimo secondo con me? Forza, indossiamo il grembiule e iniziamo a prepararli.

 

 

Ingredienti:

  • 150gr di quinoa
  • 300gr di spinaci freschi
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai di parmigiano
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • pangrattato q.b.

 

Procedimento:

Lessate la quinoa. Seguite le istruzioni sulla confezione. Io di solito la sciacquo più volte per eliminare un po’ di amido. Poi la metto in pentola completamente coperta di acqua e lascio cuocere per circa 15 min. Salatela leggermente. Nel frattempo puliamo gli spinaci. Privateli dei gambi, e lavateli più volte per eliminare la sabbia o la terra. Prendete una padella tipo wok e riscaldatela. Metteteci dentro gli spinaci e cuoceteli senza aggiungere né acqua né olio. Lasciate che si appassiscano e che perdano la loro acqua. A fine cottura regolate con un pizzico di sale. Scolate la quinoa e lasciate che si raffreddi un po’. In una coppa ponete la quinoa con gli spinaci. Unite l’uovo, il formaggio, una manciata di pepe e un paio di cucchiai di pangrattato. Mescolate con un cucchiaio o con le mani. Il composto deve risultare morbido ma compatto. Se necessario unite altro pangrattato.

Una volta pronto prepariamo i nostri hamburger. Con l’aiuto di un coppapasta creiamo dei dischi alti circa un centimetro. Da questo impasto ne vengono 8-9. Prendete una griglia in ghisa, riscaldatela. Una volta calda ungetela con un po’ di olio. Cuocete gli hamburger per circa 5 min per lato. Servite caldi. Buon divertimento. PS: per i più esigenti e golosi, potete porre sull’hamburger ancora caldo una fetta di emmenthal o una sottiletta e lasciare che fonda. Buon appetito.

hamburger